-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo, l’Anaao soddisfatta per l’avvio dell’iter per il nuovo ospedale

Ultimo Aggiornamento: martedì, 22 Maggio 2018 @ 16:19

“Finalmente qualcosa si muove”. Così commenta l’Anaao di Teramo l’avvio delle procedure relative al finanziamento e alla costruzione del nuovo ospedale di Teramo, deciso dalla delibera della Giunta Regionale d’Abruzzo del 18 maggio 2018.

«Ci riteniamo particolarmente soddisfatti di questa scelta – dichiarano Filippo Gianfelice e Cosimo Napoletano – perché da tempo noi medici sosteniamo la necessità di tutelare la sicurezza degli operatori sanitari oltre che dei cittadini. È ormai un dato riconosciuto che i due terzi degli ospedali pubblici abruzzesi sono ad alta vulnerabilità sismica ed è pertanto necessaria la costruzione di nuovi ospedali sicuri. Occorre inoltre precisare che la realizzazione di una nuova struttura ospedaliera, che sia dotata di un numero di posti letto adeguato (intorno ai 600 posti letto), rappresenta un vanto per l’intera provincia, potendo diventare di fatto l’hub necessario per soddisfare le esigenze dei cittadini anche al di fuori della regione”.

“Questa nuova realizzazione – concludono – può rappresentare anche un ulteriore tassello verso quella collaborazione, già aperta con la Asl dell’Aquila, per la realizzazione di un DEA (Dipartimento di Emergenza Urgenza e Accettazione) di secondo livello diffuso nell’area nord dell’Abruzzo. Siamo inoltre convinti della bontà di questa scelta, anche alla luce della necessità di trovare un nuovo equilibrio e una migliore organizzazione ospedaliera nella nostra provincia. Questo intervento, peraltro, non toglie nulla al processo di riorganizzazione e riconversione degli ospedali periferici nell’ambito del quale la Giunta Regionale ha finanziato, attraverso l’ex art. 20, i lavori per l’ospedale di Giulianova. La nuova struttura ospedaliera sarà l’occasione per riportare le alte specialità al top, già vanto negli anni passati. La nostra speranza è che ciò avvenga in tempi accettabili, per non perdere le professionalità acquisite».

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate