Teramo, la Provincia affida il verde pubblico ai privati NOSTRO SERVIZIO

La Provincia di Teramo pronta ad affidare ai privati la gestione delle aree verdi. Pubblicato il bando e il disciplinare che individua i luoghi che potranno essere dati in concessione.

Una forma concreta di democrazia partecipata dove la collaborazione tra un Ente pubblico, in questo caso la Provincia, e il privato si manifesta in un contorno ben spiccato che riguarda la cura di un bene comune, garantendo decoro al territorio.

Il progetto, a cui hanno lavorato il funzionario dell’Ufficio Ambiente e Rilascio Concessioni Alessandro Di Felice, i consiglieri provinciali delegati Gennarino Di Lorenzo e Lanfranco Cardinale, parte da lontano perché ha interessato negli anni alcuni Comuni teramani. Per quanto riguarda il patrimonio verde provinciale si tratta della prima esperienza.

Il rapporto che si instaura tra il cittadino o le aziende che intendono prendere in carico una porzione di verde pubblico, come ad esempio potrebbero essere le rotatorie delle strade provinciali, i giardini Pannella, o le aiuole dinanzi agli istituti scolastici, con la Provincia sarà in pratica di pari confronto.

L’Ente chiaramente fornirà indicazioni sulla sistemazione di piante e fiori tenendo conto anche di ciò che prevede il codice della strada. Attualmente sono 47 le aree individuate ed inserite nell’elencazione elaborata dall’ufficio competente che può essere però apmpliata, anche su suggerimento da parte degli stessi cittadini.