Teramo, il Comune ricorda la scadenza per continuare ad usufruire del Cas

Il Comune di Teramo ricorda che il 18 marzo scade il termine per la presentazione delle autodichiarazioni ai fini della prosecuzione del beneficio di contributo di autonoma sistemazione, per tutti coloro i quali sono stati sgomberati a seguito degli eventi sismici del 2016/2017. 

“Mancano sette giorni – ricordano il sindaco D’Alberto e l’assessore al sociale Ilaria De Sanctis – Termine entro cui tutti i beneficiari del C.A.S., devono necessariamente riempire il modulo di autodichiarazione, al fine della prosecuzione, persistendo i requisiti, del percepimento del contributo”. 

Il Comune rammenta altresì che la suddetta scadenza del 18 marzo per la presentazione delle dichiarazioni “Va osservata al fine di evitare il rischio di decadenza dalle forme di sostegno previste dalla legge. Considerata la straordinarietà del momento, per via della diffusione del Virus Covid-19, di concerto con la Protezione Civile Nazionale e Regionale, provvederemo ad estendere ulteriori comunicazioni alla cittadinanza, nel caso si provvederà all’adozione di misure straordinarie che, a loro volta, possano posticipare anche la data di scadenza delle autodichiarazioni che però ad oggi, resta quella indicata”.

I modelli delle dichiarazioni, sono presenti all’interno della pagina iniziale del sito istituzionale del Comune di Teramo e, qualora non vi fosse la possibilità di utilizzare il portale web del Comune, sono reperibili anche presso l’Urp o l’ufficio Attività Sociali sito in via D’Annunzio 120, che è anche responsabile della relativa istruttoria.

Per agevolare il lavoro ed evitare assembramenti, l’ufficio C.A.S. fino al 18 marzo sarà aperto: Lunedì, Mercoledì e Venerdì, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, il Martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 mentre il Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

IL PAGAMENTO Nel frattempo l’Ufficio dell’Attività Sociali ha concluso nella giornata di oggi l’ iter di preliquidazione del Cas dei mesi di dicembre 2019 e gennaio 2020 in favore dei cittadini che hanno già consegnato le richieste di Contributo di Autonoma Sistemazione delle famiglie sgomberate ed assistite da questo Comune alla data del 31 Gennaio 2020. L’Ufficio Ragioneria sta già provvedendo all’emissione dei relativi mandati di pagamento, pertanto le somme saranno disponibili ai beneficiari in base alle tempistiche dei propri istituti di credito. Si segnala che sono stai sospesi i nuclei che formalmente non hanno ancora prodotto l’autodichiarazione attestante il mantenimento dei requisiti, da inoltrare – come indicato con precedente comunicato stampa – entro il 18 marzo 2020, o hanno presentato l’istanza incompleta dei dati necessari.  Per taluni nuclei il contributo è cessato in applicazione della nuova ordinanza o è stato rimodulato per gli effetti della medesima.