Teramo, detenuto aggredisce tre agenti di custodia

Ultimo Aggiornamento: sabato, 16 Giugno 2018 @ 11:03

Teramo. Ennesima aggressione a danno del personale di polizia penitenziaria nel carcere teramano.

 

Un detenuto italiano di etnia rom, già resosi responsabile di analoghi fatti in altri istituti e in passato anche a Teramo, ieri sera ha aggredito due assistenti capo e un sostituto commissario della polizia penitenziaria che hanno dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso.

 

Roberto Cerquitelli, vice coordinatore regionale FPCGIL, denuncia la gravissima carenza di personale nell’istituto abruzzese dove mancano circa 70 unità di polizia penitenziaria rispetto alla pianta organica prevista. Inoltre il sovraffollamento con continue assegnazioni da parte del provveditorato di Roma di detenuti riottosi hanno determinato un clima teso e pericoloso.

“Questi sono i risultati di un’amministrazione lontana e disattenta”, sottolinea, “adesso auspichiamo che i vertici del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria prendano seri provvedimenti per risolvere le problematiche che affliggono il carcere di Castrogno”.