Teramo, come riparte la scuola tra distanziamento e speranze FOTO

#quantocambia. E’ questo il senso più profondo degli incontri svoltisi stamattina nel polo scolastico di Teramo-Cona e nelle scuole primarie e dell’infanzia di Val Vomano di Penna Sant’Andrea, coordinati dal Dirigente Scolastico dell’IC Falcone e Borsellino Teramo 5, M. Letizia Fatigati, e alla presenza dell’Assessore della Regione Abruzzo Fioretti alla Pubblica Istruzione, dei sindaci D’Alberto e Serrani e dell’Assessore Core.

Le amministrazioni di Teramo e Penna Sant’Andrea  hanno provveduto all’ampliamento degli spazi educativi, in particolare realizzando tre aule in più nella primaria e media di Teramo-Cona e l’aula di accoglienza in caso di sintomatologie manifestate dagli studenti e l’abbattimento di barriere in muratura nell’infanzia di Val Vomano per favorire una migliore gestione del distanziamento anti covid.

Gli alunni, dai più piccoli ai più grandi delle medie, si sono mostrati gioiosi e felici di rientrare a scuola dopo la lunga interruzione degli scorsi mesi, composti nel distanziamento e indossando la mascherina di stoffa fornita dalla Protezione Civile e distribuite dai docenti. Questi ultimi hanno accolto gli alunni regolando il deflusso di ingresso nel rispetto degli orari scaglionati e riservando ai bambini delle prime elementari un momento di raccordo e di continuità con i genitori nelle aree esterne al polo di Teramo Cona e di tutte le primarie dell’ Istituto Falcone e Borsellino Teramo5. Un alunno di quinta elementare, un “capotreno”, ha invitato i piccoli ad inserire la manina nelle asole distanziate sistemate su un lungo nastro tricolore, trenino simbolico che ha portato i bambini nelle proprie classi con il consueto abbraccio e bacio di mamma e papà, attività di accoglienza che ha sostituito l’ingresso dei genitori a scuola, impedito dalle regole anticovid.

L’Assessore Fioretti e il Sindaco D’Alberto hanno dedicato agli alunni e ai rappresentanti dei genitori presenti parole di incoraggiamento e di auguri, auspicando un anno da vivere in serenità e sempre con la dovuta attenzione alle regole, al rispetto per se stessi, per gli altri e per il percorso formativo che stanno per riprendere. La Preside ha presentato alle autorità e ai genitori le progettualità realizzate dagli studenti del Polo scolastico, soffermandosi sul Premio Scuola digitale che la media ha vinto l’anno scorso con artefatti realizzati in percorsi di robotica educativa, ma anche sulla trasversalità dedicata l’anno scorso ai giudici Falcone e Borsellino nell’ambito dell’Educazione Civica.

Domani continueranno gli incontri nei plessi di Basciano e di Cermignano per gli auguri della Dirigente Scolastica Fatigati e dei rispettivi Sindaci Frattaroli e Di Berardo agli alunni, al personale e alle famiglie dei due contesti territoriali.

Anche l’anno scolastico degli studenti delle Scuole annesse al Convitto Nazionale “Melchiorre Delfico” (Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Primo Grado, Liceo Scientifico, Liceo Coreutico) ha preso avvio sotto i migliori auspici. Il progetto formativo, interrotto in modo traumatico e repentino nel mese di marzo, è stato riavviato con la consapevolezza della centralità del Patto educativo tra famiglie e istituzione. Prioritario è stato garantire la totale sicurezza per l’espletarsi dell’attività didattica, ma anche la qualità dell’istruzione e della formazione di tutti gli studenti. 

Le classi prime hanno avuto un’accoglienza specifica e gli alunni sono stati ricevuti dal Dirigente Scolastico Prof. Adriano Trentacarlini e dall’Assessore Regionale all’Istruzione Piero Fioretti, insieme alla Prof.ssa Cristina Faina, referente dell’accoglienza. Sono stati presentati i progetti educativi e formativi, nonché il protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid in ambiente scolastico. Sono stati disciplinati gli intervalli extradidattici ed è stata effettuata l’informativa sul Piano della Didattica Digitale integrata e sull’organizzazione oraria. 

L’Ass. Fioretti ha augurato un sereno avvio del nuovo anno scolastico a tutto il personale docente, amministrativo e agli studenti, assicurando una costante monitoraggio da parte della Regione, insieme alla vicinanza agli studenti e alle famiglie.