Silvi e Pineto firmano un patto con il Prefetto contro la criminalità. Si parte dalla videosorveglianza

Anche il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, e quello di Silvi, Andrea Scordella, unitamente al Prefetto di Teramo Angelo De Prisco e altri sindaci del teramano, ha sottoscritto il Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana.

Il fine è quello di poter adottare – attraverso un finanziamento – strategie congiunte, volte a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità, con la promozione del rispetto del decoro urbano, nel quadro dei principi di leale collaborazione, richiamando il ruolo di centralità del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, quale sede privilegiata di coordinamento delle iniziative in materia di politiche di sicurezza urbana. Per raggiungere gli obiettivi è stata individuata quale prioritaria azione il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza comunali.

“Si tratta – ha detto il sindaco Andrea Scordella – di un accordo sulle strategie che intendiamo adottare congiuntamente per migliorare nei cittadini la percezione della sicurezza e per contrastare ogni forma di illegalità. Questa intesa consentirà l’impiego coordinato di tutte le forze di polizia per far fronte, eventualmente, anche a esigenze straordinarie. Ci siamo trovati in piena sintonia sulla necessità di fare prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e di promuovere il rispetto del decoro urbano per migliorare la sicurezza urbana, tenendo come sede privilegiata di esame e di coordinamento delle future iniziative in questa materia il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Abbiamo anche individuato – ha detto il sindaco Scordella – come punto focale di partenza di questa nuova e forte iniziativa l’installazione di sistemi di videosorveglianza comunali e, laddove già esistono, il loro potenziamento. Le aree che saranno sottoposte a videocontrollo nella nostra città – ha specificato Andrea Scordella – saranno quelle maggiormente interessate da situazioni di degrado e illegalità, ossia la zona Piomba, Via D. Alighieri/via Italia, via Roma, via S. Antonio, piazza Fermi, piazza Marconi, piazza dei Pini, piazza Nenni, via Taranto e contrada Pianacce. I progetti integrati dei sistemi di videosorveglianza, elaborati dai nostri uffici e dal Comando della Polizia Locale nel rispetto delle disposizioni dell’Autorità garante per il trattamento dei dati personali, saranno sottoposti all’attenzione e alla valutazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Ci siamo, infine, impegnati – ha concluso il sindaco Scordella – a favorire, nell’ambito delle nostre singole competenze, lo scambio informativo tra le forze di polizia e la Polizia Locale”.

“L’auspicio è che si possano ottenere i finanziamenti previsti – dichiara il Sindaco Robert Verrocchio – le telecamere di cui potremmo dotarci, in aggiunta a quelle già presenti, permetteranno di videosorvegliare tutti gli accessi e le uscite del nostro territorio, ciò significa che se nella nostra città dovesse verificarsi qualche episodio di criminalità abbiamo la certezza che ci saranno delle immagini da fornire a coloro che si occupano delle indagini”.

“Le telecamere che potremmo avere – dichiara l’Assessore alla Polizia Municipale del Comune di Pineto, Claudio Mongia – sono 16, abbiamo richiesto i fondi preparando il tutto con i Carabinieri e la nostra Polizia Municipale. Si andrà così a completare un impianto di videosorveglianza già esistente, realizzato con fondi comunali, e che sta dando tante soddisfazioni dato che ha consentito alle forze dell’ordine di gestire al meglio diverse operazioni grazie alla lettura delle targhe automobilistiche”.

Nello specifico le telecamere che verranno installate, qualora il finanziamento fosse concesso, sono 16 e prevedono una partecipazione economica del Comune pari a 15mila euro: sulla SS16 al bivio per Casoli direzione sud-nord; sulla SS16 alla rotatoria Foggetta direzione nord-sud; sulla SP28 zona Cannuccia direzione ovest-est; in via al Mare angolo via Volturno Parco pubblico; in via delle Camelie angolo via Costa del Mulino; sulla SS16 angolo via Foscolo; sulla SS16 angolo via Stati Uniti; in Via della Resistenza rotatoria via Morandi; sulla SS16 angolo via della Resistenza; sulla ss16 rotatoria Foggetta; in via D’Annunzio angolo via Patelli; sulla SS16 rotatoria con via De Titta; in via delle Orchidee angolo via delle Rose; in Via di Sotto angolo via Sangue Dolce; sulla SP27 angolo via Giove; in Via Silone angolo via Boccaccio.