Silvi, Qualità dell’abitare: ecco tutti gli interventi finanziati dal Ministero

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 26 Luglio 2021 @ 15:54

Silvi. Durante una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Silvi alla presenza dei sindaci di Silvi, Pineto ed Atri – rispettivamente Andrea Scordella, Robert Verrocchio e Piergiorgio Ferretti –  è stata illustrata l’iniziativa comune, unica nel suo genere, dei Comuni e dell’ASP 2 Teramo, rappresentata da Giulia Palestini e Gabriele Astolfi, che hanno partecipato al Bando nazionale relativo al Programma Qualità dell’Abitare (PinQUA) pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture per il tramite della Regione Abruzzo.

Il finanziamento ottenuto dai tre Comuni della provincia di Teramo e dall’ASP ammonta complessivamente a € 5.606.305. L’amministrazione comunale di Silvi, capofila, ha curato il collegamento e i contatti tra gli enti e i consulenti.

Le proposte presentate dai tre Comuni, Silvi Atri e Pineto e dall’ASP n.2 di Teramo riguardano complessivamente 10 interventi per un finanziamento di € 6.040.186.

Tre sono gli interventi finanziati al Comune di Silvi per un totale di € 3.208.805.

Riguardano il sottopasso carrabile di piazzetta di via della Repubblica, il corridoio pedonale sulla spiaggia da piazza Colombo all’hotel Cirillo e il recupero degli immobili dell’ex Villaggio del Fanciullo dove è prevista anche la costruzione di un teatro all’aperto.

Il Comune di Pineto ha ottenuto il finanziamento di € 1.606.305 per opere di recupero di immobili a Mutignano e Scerne e il completamento della sala polifunzionale.

Al Comune di Atri sono stati finanziati il recupero dell’ex carcere, l’edilizia sociale a Casoli e un intervento al Palazzo Ducale per un totale di € 2.487.805.

All’ASP 2 di Teramo è stato concesso il contributo di €433.881 per il recupero di Villa Ricciconti di Silvi ex orfanotrofio.

I prossimi step sono la firma dell’Accordo di Programma con la Regione Abruzzo, che avverrà entro fine settembre. I Comuni e all’ASP entro 120 giorni dalla firma dell’Accordo di Programma dovranno produrre tutti i progetti esecutivi. I lavori avranno inizio entro i successivi 120 giorni. I tempi di realizzazione saranno certamente più spediti rispetto a quanto è accaduto finora. Per il Pnrr, con il quale si finanziano le opere comprese nell’Accordo di Programma, sono previste normative speciali proprio per abbreviare i normali tempi burocratici e consentire ai beneficiari dei finanziamenti e alle Regioni di rendicontare nei tempi rigorosamente stabiliti dall’UE. Il Governo Draghi ha già dato il primo segnale: gli eventuali ricorsi al TAR da parte dei privati per la realizzazione delle opere non potranno produrre la “sospensione” dei lavori.

“Questo giorno – ha detto il sindaco Andrea Scordella interpretando il pensiero dei colleghi presenti – non lo consideriamo un traguardo, ma un punto di partenza di un nuovo modo di operare. In questa circostanza il Comune di Silvi, grazie all’impegno dei tre assessori Fabrizio Valloscura, Pamela Giancola e Gianpaolo Lella, ha assunto il ruolo di capofila e di coordinamento dell’ambizioso e importante progetto comune, compito che sta svolgendo con straordinaria efficacia e che porterà certamente in porto con successo. Io e i colleghi Ferretti e Verrocchio – ha aggiunto Scordella – abbiamo auspicato che per il futuro le nostre tre amministrazioni, facendo tesoro di questa esperienza, riescano a unirsi ancora per raggiungere sempre nuovi obiettivi”.