Silvi, provvedimenti dal Comune per ridare ossigeno all’economia locale

Silvi. La giunta comunale, su proposta degli assessori Giuseppina Di Giovanni (Turismo e Commercio) e Alessandro Valleriani (Bilancio e Finanze) ha deliberato l’adozione di provvedimenti a favore delle attività economiche e la semplificazione dell’autorizzazione dell’occupazione del suolo pubblico da parte delle strutture turistiche e degli esercizi commerciali.

“Con questo atto amministrativo – ha detto il sindaco Andrea Scordella – che il Governo ha reso possibile con il Decreto Ristori, l’amministrazione comunale intende favorire la ripresa delle attività economiche e produttive nel rispetto delle misure di distanziamento imposte dall’emergenza sanitaria. Si tratta della prima misura che la legge ci consente di adottare, ma non sarà l’unica. Intendiamo utilizzare tutte le opportunità che il Governo sta mettendo in campo per ridare ossigeno all’economia locale”.

“Come è noto – ha detto l’assessore al Bilancio Alessandro Valleriani – la situazione di crisi economica nel nostro Paese da più di un anno è generale e sta colpendo non solo le attività private e le famiglie ma anche i Comuni che avevano già un gran da fare per far quadrare i conti dei propri bilanci. Quando capita di dover navigare in un mare in tempesta, il capitano della nave e i suoi collaboratori mettono in campo tutta la loro esperienza per cercare di evitare il naufragio. Ed è quello che anche noi stiamo facendo di fronte alla terribile emergenza che sta mettendo a dura prova tutti, cercando di agganciarci a tutte le possibilità che le leggi e i decreti legge ci offrono. Questa deliberazione, ancorchè non risolutiva, è un modo per alleviare in qualche misura il peso che rischia di soffocare le attività economiche e gli esercizi pubblici. L’esenzione dal pagamento dell’occupazione del suolo pubblico, l’eliminazione del bollo e l’estrema semplificazione amministrativa per richiederla va in questa direzione”.

“Consapevoli che quest’anno il Comune ha poche risorse in bilancio per organizzare manifestazioni culturali e ricreative– ha detto l’assessore Di Giovanni – stiamo cercando di intervenire con tutto quanto è nelle nostre possibilità. Assicuro, ad ogni modo, gli operatori e i cittadini che ci stiamo impegnando per garantire lo svolgimento di diverse iniziative, auspicando la compartecipazione delle categorie imprenditoriali turistiche e, soprattutto, confidando in un miglioramento della situazione sanitaria regionale e nazionale che garantirebbe una sicura e decisa ripresa di tutte le attività economiche collegate al turismo”.