Silvi non rinuncia alla festa di San Leone anche se mancherà il tradizionale Ciancialone

Silvi. “A tutto possiamo rinunciare – ha detto l’assessore alla Cultura e Turismo Giuseppina Di Giovanni – ma non alla celebrazione dell’annuale festa del Santo Patrono S. Leone che si terrà venerdi 29 maggio, nel rigoroso rispetto delle disposizioni emanate a seguito del Covid-19. Purtroppo non sarà possibile accendere il Cencialone, che è il simbolo dell’antica tradizione silvarola, e non si potrà animare la piazza con la banda e l’orchestra. Stiamo, però, pianificando insieme all’Associazione commercianti Antico Borgo Marinaro alcune iniziative compatibili con le esigenze di rispettare le norme di sicurezza anti coronavirus, per rendere piacevole la Festa anche sotto il profilo ricreativo, storico/culturale ed enogastronomico”.

“Silvi onorerà anche quest’anno San Leone, Patrono della città – ha detto il sindaco Andrea Scordella – con le celebrazioni religiose in Chiesa che saranno raddoppiate per consentire la partecipazione dei cittadini, con la processione per le vie del borgo e i fuochi d’artificio, che sono anch’essi un’antica tradizione di Silvi Paese, che fino a qualche anno fa vantava alcuni tra i più rinomati pirotecnici d’Abruzzo”. Per quanto riguarda la parte strettamente religiosa il parroco Don Gaston ha annunciato che la processione con il busto e la reliquia del Santo, che sarà preceduta dalla S. Messa alle 18, partirà alle 19 con la partecipazione delle Autorità cittadine e dei fedeli, assicurando il rispetto del distanziamento.

Intanto sono state riaperte ai cittadini le Chiese e i luoghi di culto. In questi primi giorni feriali si è registrata una buona partecipazione di fedeli. Gli orari delle celebrazioni eucaristiche sono stati rispristinati in tutte le parrocchie cittadine. A Silvi Paese nei giorni feriali sarà celebrata alle 16,30 e nei giorni festivi alle 11,30. A S. Stefano alle 18 nei giorni feriali e alle 10,30 la domenica e festivi. Alla parrocchia Cuore Immacolato di Maria nei giorni feriali la S. Messa è alle 18,00 e nei festivi alle 9,00, 10,30 e 18,00. Infine alla Chiesa dell’Assunta due S. Messe saranno celebrate nei giorni feriali, alle 7,30 e alle 18,00 e quattro nei giorni festivi 7.30, 10.00, 11,30 e 18.00.