Silvi, inaugurato il sesto anno dell’Università della Terza Età

Silvi. Il pubblico delle grandi occasioni ha riempito la sala conferenze S. Francesco della parrocchia dell’Assunta per la cerimonia dell’inaugurazione dell’Anno Accademico 2019/2020 della Università della 3^ Età “Terre del Cerrano” di Silvi svoltasi domenica pomeriggio.

La prolusione è stata tenuta dal colonnello Francesco Laurenzi, metereologo di RAI 1 Mattina, che, partendo da un excursus storico scientifico sulla evoluzione dell’ambiente nel mondo dalla sua formazione fino ai nostri giorni, ha rimarcato come i cambiamenti climatici, di cui tutti oggi parlano più o meno a proposito, non sono una esclusiva dei nostri giorni ma sono fenomeni che hanno caratterizzato da sempre e che continueranno a caratterizzare la terra fino all’ultimo giorno della sua esistenza, a fasi diverse che si si susseguiranno ineluttabilmente. “Quello che sta accadendo – ha precisato il colonnello Laurenzi – lo possiamo identificare solo come una sorta di forzata accelerazione del suo processo evolutivo dovuto all’intervento dell’uomo a partire dalla rivoluzione industriale. Il riscaldamento della superfice terrestre, il disgelo dei ghiacciai, la desertificazione sono fatti che nessuno può evitare. Ma, se non si prenderanno i provvedimenti che tutto il mondo scientifico auspica, quel processo di trasformazione, per così dire, naturale anziché realizzarsi tra 150.000 anni si rischia di anticiparlo, addirittura, a tra meno di un secolo”.

Il sindaco Andrea Scordella presente insieme all’assessore alla Cultura Giuseppina Di Giovanni, ha tenuto a evidenziare come la Uni3Età di Silvi stia diventando una realtà culturale importante per la città. “Essere giunti, in uno straordinario crescendo – ha sottolineato il primo cittadino – al sesto Anno Accademico, oltre a testimoniare che la Uni3età Silvi è in buone mani e svolge con lodevole profitto il suo importante compito, significa che questa città si sta aprendo sempre più alla cultura, come dimostrano le attività delle numerose associazioni e comitati civici presenti. Il gemellaggio tra le due Uni3età di L’Aquila e Silvi – ha dichiarato Andrea Scordella – rappresenta un’ulteriore occasione di crescita e di rinsaldamento dell’amicizia tra il capoluogo di regione e Silvi che si è creata in occasione del tragico evento del terremoto di dieci anni fa quando nella nostra città trovarono fraterna accoglienza molti sfollati”.

Nel corso della serata Gabriella Mancinelli, coordinatrice delle lezioni che terrà la In3età di Silvi, ha comunicato argomenti e nomi dei docenti. Le materie comprendono una vasta gamma di materie: letteratura, filosofia, scienze, medicina, benessere, turismo, antropologia culturale, religione, musica, osteopatia, attività manuali e del tempo libero, oltre ad alcuni viaggi culturali. Qualificati i docenti: i professori Elena Malta, Antonio Bini, Giovanni Damiani, Concetta Fuschi, Eddy Deforest, Franco Mancinelli, Lorenza D’Isidoro, Franco Costantini, Rocco Ronca, Elisabetta Mancinelli, il dialettologo Pietro Assetta Proietto e l’imprenditrice turistica Ginevra Binni.