-- HEADER MASTHEAD DESK 2 --
-- HEADER MASTHEAD MOB 1 --

Silvi, i cittadini di Santo Stefano e Pianacce fanno dietro front sui provvedimenti per la sicurezza stradale

- SIDEBAR 1 -
Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Agosto 2021 @ 19:59

Silvi. Il dietro front dei cittadini della collina residenti tra S. Stefano e Pianacce sulla necessità di adottare urgenti e drastici provvedimenti per garantire la sicurezza ed combattere le corse di auto e moto lungo la strada collinare, ha suscitato sorpresa e stupore al Comando della Polizia locale.

“Il Comando della Polizia Locale – ha detto il comandante Giustino Michetti – e gli amministratori del Comune sono stati per mesi pressati da un gruppo di residenti della zona, coordinati dall’amministratore di una pagina Facebook, che chiedevano con forza l’assunzione di rigidi e immediati provvedimenti perché si dicevano in costante pericolo a causa della velocità di auto e moto che percorrono giornalmente quella strada. Addirittura il caso sollevato è stato argomento di un consiglio comunale straordinario”.

“Su sollecitazione del sindaco – ha detto il maggiore Michetti – abbiamo preso in considerazione le diverse ipotesi di soluzione prospettate dai residenti. Alla fine siamo addivenuti all’adozione del provvedimento del limite di velocità di 30 km orari sulla base di quanto previsto dalle norme del Codice della strada. Dal sopralluogo effettuato, è emersa la reale pericolosità per i pedoni in quanto in diversi punti le strisce di attraversamento pedonale si trovano in prossimità di curve pericolose. Considerato che non era possibile ricorrere ai dissuasori, vietati dalla legge, e che era impossibile mettere il limite di velocità a intervalli da 30 a 50 km orari perché non conforme alla disposizione del CDS sulla omogeneità della segnaletica lungo il percorso stradale – ha aggiunto il comandante Michetti – abbiamo optato per il limite dei 30 km tenendo conto delle richieste pressanti dei residenti che avevano chiesto anche l’installazione di un apparecchio Velomax”.

“Abbiamo disposto anche il posizionamento del Velomax, nel rispetto della norma, comunicando in anticipo orari e luoghi di funzionamento. Il problema si è riproposto quando alcuni abitanti della collina sono stati multati, purtroppo, proprio a causa del Velomax per aver superato il limite di velocità… Ora sento – ha concluso il dott. Michetti – che i residenti faranno richiesta di innalzamento del limite di velocità a 50km orari, richiesta che non potrà essere accolta in quanto, come ho già detto, riproporrebbe il problema della mancanza di sicurezza, che ha giustificato l’emanazione della disposizione del limite di velocità e contrasterebbe con le norme del Cds”.

-- ALTRE NEWS --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate

-- AD 2 --