Sant’Omero, taglio del nastro per la nuova sala polivalente: può ospitare 400 persone

Sant’Omero. Inaugurata ufficialmente la nuova sala polifunzionale del Comune di Sant’Omero. Taglio del nastro per la nuova struttura pubblica che nella sostanza va a completare il polo culturale, sociale a scolastico nel centro cittadino.

 

Opera, infatti, che segue gli interventi alla scuola elementare, la costruzione della nuova ala e la ristrutturazione dell’attigua palestra. La nuova sala polivalente affonda le sue radici nel percorso avviato dall’amministrazione cinque anni fa, con la rimodulazione dei mutui. “La Sala polifunzionale, che a pieno regime potrà ospitare quasi 400 posti a sedere, è un gioiello che farà di Sant’Omero un punto di riferimento di tutta la Val Vibrata”, commenta il sindaco Andrea Luzii. Abbiamo sempre avuto vedute chiare: Sant’Omero che guarda al futuro con rinnovata consapevolezza delle proprie potenzialità ed aspirazioni. Sant’Omero che Vogliamo è questa, una lista di amici con grandi capacità ed idee precise in grado di concretizzare le opere progettate e di realizzarle in tempi certi evitando inutili sprechi di soldi pubblici.

 

 

Inutile dire che abbiamo dovuto affrontare tante difficoltà, i noti problemi economici e i tanti ostacoli creati ad arte da chi non aveva saputo amministrare il presente e non aveva e non ha nessuna visione del futuro del nostro Comune”. “Ringrazio i progettisti Rossano Ruggieri, Roberta Ruggieri ed Emma Barzotti che, oltre a mostrare una grande professionalità, hanno rinunciato a parte del loro compenso pur di permettere di terminare l’opera con i residui fondi a disposizione. Voglio ringraziare anche le due ditte che si sono occupate dell’opera l’impresa Di Giuseppe Osvaldo e la ditta Feliziani Mirko, esempi di correttezza e serietà, entrambe hanno riconsegnato le opere prima dei tempi previsti. Una menzione speciale al nostro “amico” ed ex responsabile finanziario dott Giuseppe Foschi che cinque anni fa, con lungimiranza e grande lavoro, rimodulò tutti i vecchi mutui dando l’opportunità al nostro Comune di disporre di una somma per poter iniziare il progetto”.

 

Abbiamo raggiunto risultati incredibili in pochi anni nel settore delle opere pubbliche e siamo riusciti anche a pagare tanti debiti del passato risanando un bilancio veramente dissestato”, aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Adriano Di Battista. La Sala polivalente era nel nostro programma già nel 2014, anche per questa idea abbiamo cercato ed avuto i voti del Cittadini. La sua costruzione è stata contrastata dalla precedente e dalla nuova minoranza, da alcuni soloni per cui i problemi sono sempre ben altri e da chi si nasconde coraggiosamente dietro un blog per vomitare calunnie. Questo avevamo promesso e questo abbiamo realizzato”.