Sant’Omero, lavori sospesi nel capannone: la proprietà ricorre al Tar

Sant’Omero. L’ordinanza di stop ai lavori di ampliamento di un capannone industriale, a Garrufo di Sant’Omero, viene impugnata dinanzi al Tar. Avrà un appendice dinanzi alla giustizia amministrativa il contenzioso nato tra il Comune di Sant’Omero e la proprietà di uno stabilimento che costeggia via Metella.

 

Negli ultimi giorni, infatti, è stata impugnata dinanzi al Tar l’ordinanza con la quale l’ufficio urbanistica aveva bloccato dei lavori edili, perché giudicati difformi rispetto alle autorizzazioni esistenti e alle normative urbanistiche. Provvedimento che era stato adottato dopo un iniziale controllo effettuato, sulla scorta di un esposto, dalla polizia locale e dai Carabinieri Forestali di Teramo.

Dal controllo, poi, sarebbero emerse anche delle anomalie per quanto concerne la variante al Prg, che poi ha in qualche modo indirizzato l’amministrazione comunale a revocarla nelle scorse settimane. Nel frattempo, sul piano strettamente procedurale, l’ordinanza di sospensione dei lavori e di ripristino dei stato dei luoghi, è stata impugnata dinanzi al Tar.