Sant’Egidio, carabinieri aggrediti al bar: domiciliari e obbligo di firma per i due arrestati

Sant’Egidio alla Vibrata. Sono stati convalidati, in sede di udienza, gli arresti di due dei tre giovanissimi che nelle scorse notti, durante un diverbio all’interno di un bar di Sant’Egidio alla Vibrata avevano aggredito i carabinieri intervenuti per calmare i bollenti spiriti.

 

 

Per S.S. 21enne sono stati disposti gli arresti domiciliari, mentre la ragazza B.T. di 18 anni è stata scarcerata con l’obbligo di firma in caserma.

 

Nella colluttazione nata con i carabinieri della stazione di Sant’Egidio (rimasti feriti con prognosi di 7 e 25 giorni) era stato coinvolto anche in minorenne, rispettivamente fratello e marito delle persone arrestate, che è stato denunciato alla procura dei minori. Tutti di etnia rom che si occupano di raccogliere rottami ferrosi.