Roseto, una velostazione grazie al progetto “MoveTe”

Roseto. L’assessore all’Ambiente Nicola Petrini rende noto che è stato approvato in Giunta il progetto definitivo per la realizzazione di una velostazione sul territorio Comunale.

L’iniziativa fa riferimento al del Progetto “MoveTe”, programma integrato di azioni per la mobilità sostenibile casa/scuola e casa/lavoro, avente quale scopo la possibilità di varie applicazioni a livello urbano tra le quali la mobilità privata su due ruote e, inoltre, di dare ampio spazio alle potenzialità di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico.

La velostazione, come spiegato dal consigliere comunale Massimo Felicioni che ha seguito da vicino l’iter, sarà posizionata a piazza della Libertà in prossimità della stazione ferroviaria. La struttura di Roseto, nell’ambito del progetto elaborato su base provinciale, è finanziata dal Ministero dell’Ambiente e dal cofinanziamento dei partener di progetto. Il Comune di Roseto infatti stanzierà una somma di 20mila euro.

L’iniziativa, oltre Roseto, coinvolge altri 9 Comuni del territorio provinciale: Alba Adriatica, Atri, Bellante, Castellalto, Giulianova, Martinsicuro, Mosciano Sant’Angelo, Pineto, Teramo. Il progetto, la cui predisposizione tecnica è stata affidata all’ADSU, coinvolge circa 180mila cittadini compresi tra la costa, la vallata del Tordino e Teramo capoluogo e prevede l’allestimento di punti di raccolta (stazioni) riservati alle biciclette negli snodi viari principali. Si tratterà di siti protetti, contenenti tutti gli apparti necessari per la gestione delle biciclette (dai posteggi alle centraline di ricarica per le bici elettriche); qui i cittadini potranno lasciare le biciclette in sicurezza. L’iniziativa, inoltre, prevede incentivi economici per gli studenti e i lavoratori che aderiranno.

“Sono molto soddisfatto – dichiara l’assessore Petrini – di questo ulteriore progetto che testimonia la sensibilità crescente dell’amministrazione verso il trasporto ecosostenibile che abbiamo voluto incoraggiare anche con le migliorie del bando sull’affidamento del servizio di bike sharing”.

Tra le caratteristiche del progetto “Movete” c’è quello di un meccanismo incentivante voluto dall’Adsu che prevede il riconoscimento di 0,25 euro/chilometro per chi utilizza la bici negli spostamenti da casa al lavoro o nei luoghi di studio. E in tal senso si collocano due convenzioni che il Comune ha già stipulato con l’azienda Rolli e con l’istituto Moretti di Roseto.

“Ringrazio l’Adsu che si è fatto concreto artefice del progetto – commenta Massimo Felicioni – che coglie un’esigenza concreta. Attraverso questo programma integrato si punta infatti a intervenire sulle modalità di spostamento nel tragitto casa – scuola, scuola – lavoro, coinvolgendo tutte le fasce d’età della popolazione. Le stazioni integrata consisterà in una struttura a vetrate in montanti e traversi alimentata con pannelli solari. Sarà dotata di rastrelliere, stazione di ricarica estensibile per veicoli elettrici, un contenitore multifunzioni attrezzato con wi-fi, una stazione meteo, app turistiche, videosorveglianza e spazi per piccole riparazioni e cassettiere. Contiamo di vedere realizzata la struttura entro la fine dell’anno”.