Roseto, successo per la sperimentazione del bike sharing. Di Stanislao: “Ottima risposta dalla gente”

Nonostante a Pasqua e a Pasquetta le condizioni meteo non siano state delle migliori, la fase di sperimentazione del bike sharing a Roseto ha fatto registrare numeri importanti.

Le 25 bici messe a disposizione dall’associazione Work e Project, che si è aggiudicata il bando per offrire il servizio in vista della prossima estate, sono state quasi tutte affittate. Ottima risposta a Pasqua, pasquetta condizionata dal maltempo. L’associazione, presieduta da Andrea Di Stanislao, ha garantito il servizio anche in occasione della festa del Primo Maggio. Lo scopo era quello di continuare a testare la situazione, a verificare la richiesta dei turisti presenti in città in occasione del lungo ponte pasquale.

“Siamo davvero molto felici”, ha commentato il presidente Di Stanislao, “perché sia i residenti, sia i turisti ci hanno fatto i complimenti per aver riproposto un servizio di cui si era sentita l’assenza in passato. Ci siamo messi in gioco io e i miei collaboratori. Abbiamo voluto prenderci questo rischio. E alla fine siamo stati ripagati”.

Per la fase sperimentale è stato possibile affittare le bici al costo di soli 2 euro per l’intera giornata. E’ chiaro che in vista dell’entrata in vigore ufficialmente del servizio, a partire dall’ultimo fine settimana di maggio, con una durata sino a metà settembre, il costo verrà modificato.

“Metteremo a breve a disposizione complessivamente nelle tre postazioni che allestiremo”, ha concluso il responsabile dell’associazione Work e Project, “circa 150 bici. E offriremo anche una serie di altri servizi come i seggiolini per il trasporto dei bambini, un punto di assistenza in caso di guasto o foratura. Il nostro vuole essere un servizio totale per far vivere la città in modo comodo spostandosi semplicemente in bici, evitando quindi l’affanno di muoversi in auto e lo stress di trovare un parcheggio”.