Roseto, proteste dei residenti di Voltarrosto: “SS150 invasa da rovi e canne”. Scatta la petizione NOSTRO SERVIZIO

Da 10 anni non vengono eseguiti lavori di manutenzione ordinaria su un tratto della vecchia statale 150 a Voltarrosto, sul territorio comunale di Roseto. Canne e rovi che crescono sul lato collinare, zona nord, e che invadono parte della carreggiata ovest, rappresentando un pericolo per gli automobilisti e per i ciclisti. Stanchi di questa situazione alcuni residenti hanno deciso di raccogliere le firme per una petizione che verrà inviata alla Procura della Repubblica di Teramo, al Prefetto, ai vigili del fuoco, e allo stesso sindaco Sabatino Di Girolamo. Si pensava che la competenza potesse essere dell’Anas. Ma su questo tratto di statale dovrebbero intervenire gli operai del Comune. Nel frattempo il canneto ha ricoperto persino la segnaletica verticale. La presenza dei rovi ha offerto oltretutto un nascondiglio ai ladri che hanno poi svaligiato le abitazioni di fronte. Hanno agito nel momento in cui i proprietari della casa sono usciti. Sono anni che i cittadini rivendicano un intervento, chiedono a gran voce quei lavori di pulizia, manutenzione e decoro che dovrebbero essere sempre garantiti. Invece nel tempo la situazione è peggiorata.