Roseto, fine del lock down. In lacrime alcuni commercianti dopo 2 mesi di inattività NOSTRO SERVIZIO

E’ la seconda città della provincia di Teramo con i suoi oltre 26mila abitanti. Roseto degli Abruzzi nella vicenda Covid19 ha avuto il triste primato del “paziente 1” ma tutto sommato l’epidemia è stata contenuta.

Tuttavia negozi chiusi per oltre due mesi, famiglie in difficoltà. Oggi però è stato il giorno della riapertura delle attività, di una nuova speranza. Il caffè al bar non sarà più come prima, l’importante era ripartire per abituarsi a quella che sarà d’ora in avanti la nuova normalità. Sono stati due mesi duri per tutti i commercianti che hanno adeguato i loro locali alle direttive anti-contagio.

Dispenser di igienizzante per le mani, rispetto della distanza, uno, massimo due clienti per volta, indossare la mascherina. E questa mattina c’è chi riaprendo la propria attività ha manifestato emozione e commozione. Lunghe liste di attesa di clienti ansiosi per centri estetici, parrucchieri, barbieri, acconciatori. A Roseto un barbiere ha deciso di riaprire la propria attività a mezzanotte e di lavorare anche di lunedì per accontentare la propria clientela.