-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto, aggressione omofoba, titolare locale: ‘contro ogni discriminazione’

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 19 Agosto 2019 @ 17:51

Roseto. Dopo la polemica per l’aggressione omofoba di Ferragosto in un locale di Roseto, il proprietario ha incontrato il giovane, chiamato Nicola, per un chiarimento e ribadire la controrietà a qualsiasi forma di discriminazione.

“Nel divulgare la testimonianza di Nicola, nome con il quale l’Arcigay Teramo ha chiamato il ragazzo che ha portato a conoscenza dell’associazione il fatto di violenza omofobica di cui è stato vittima a Ferragosto, l’Arcigay ha inteso innescare una reazione positiva, soprattutto in quanti si sono trovati protagonisti delle vicende, per chiarire l’accaduto e aumentare il fronte di resistenza a questi gravi fatti. E così è stato. Infatti, contattati dal gestore del locale, che ha subito riconosciuto le vicende descritte nella testimonianza di Nicola, lo stesso ha voluto immediatamente incontrare il ragazzo per chiarire la sua posizione e porgere le proprie scuse per quanto successo, che lo ha colto assolutamente di sorpresa, dato che non conosceva la motivazione dell’aggressione”.

E’ il commento dell’Arcigay Teramo, riportando le parole del ristoratore: “Dopo esserci confrontati con l’associazione ci siamo resi conto che non avevamo compreso in pieno cosa fosse accaduto realmente, forse a causa dalla stanchezza del periodo, preoccupandoci unicamente di non far degenerare la situazione. Abbiamo assistito soltanto alla fase finale dell’episodio dal quale prendiamo ampiamente le distanze. Siamo stati e saremo sempre contro ogni forma di discriminazione”.

“Felice che il ragazzo vittima di violenza abbia potuto confrontarsi direttamente con i titolari della struttura, l’Arcigay è inoltre soddisfatta che questi ultimi abbiano preso pubblicamente le distanze dall’accaduto, in modo chiaro e senza esitazione. Mantenere viva l’attenzione su simili episodi resta fra gli obiettivi imprescindibili di Arcigay Teramo che da sempre si batte per dar voce a qualsiasi vittima di discriminazione”, conclude l’associazione teramana.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate