RFI presenta in Regione un nuovo sottopasso per Villa Pavone. Di Padova: “La linea 9 in dirittura d’arrivo”

Questa mattina al cimitero comunale di Teramo, nel corso della conferenza stampa tenuta dal sindaco Gianguido D’Alberto, l’assessora Stefania Di Padova ha chiarito ulteriormente la questione della chiusura del sottopassaggio di Villa Pavone e della nuova linea d’autobus.

 

In merito alla chiusura del sottopassaggio, Stefania Di Padova ha spiegato che la convenzione firmata dalla precedente amministrazione prevede che, con l’apertura del sottopasso, ci sia la chiusura contestuale del passaggio a livello. Nonostante si era trovato un accordo per mantenere aperto fino al 4 novembre il passaggio a livello per non creare disagi in questi giorni di massima affluenza al cimitero, la RFI ha chiuso comunque il sottopassaggio senza comunicarlo al Comune. Una situazione che il Comune andrà a valutare nella riunione della settimana prossima con RFI. Ha aggiunto la Di Padova: “Contestualmente RFI ha già provveduto alla realizzazione di un progetto, fuori convenzione, di un ulteriore sottopasso costruito sotto il ponte ferroviario in mattoni che prevede l’abbattimento totale delle barriere architettoniche. Verrà realizzato entro sei mesi non appena la Regione firmerà l’accordo che prevede lo stanziamento di circa un milione di euro”.

Per quanto riguarda la nuova linea dell’autobus: “Il 22 ottobre abbiamo fatto in giunta una delibera sulla costruzione della nuova linea 9: abbiamo già l’orario e il percorso, che avrà come capolinea piazza Garibaldi per poi passare per San Francesco, via Po, il cimitero e oltre. Stiamo ultimando gli accordi con la Team anche per gli ultimi aspetti relativi alla segnaletica a terra. Siamo ormai in dirittura di arrivo“.