Ragazza morta in mare: senza esito le ricerche del fidanzato

Non hanno ancora dato esito le ricerche del fidanzato della giovane donna trovata morta nel mare di San Benedetto del Tronto nel tratto antistante la Riserva naturale della Sentina a nord della foce del fiume Tronto.

 

Sono state disposte dalla Procura di Ascoli Piceno che coordina le indagini: sull’identità della ragazza morta si è aperto uno spiraglio dopo la denuncia fatta dalla Repubblica Ceca dai familiari di una ragazza e di un ragazzo in vacanza a Martinsicuro che da sabato sera non rispondono alle telefonate dei congiunti. Per questo si sono rivolti alla loro ambasciata in Italia che è in contatto la magistratura ascolana.

Nel frattempo, la polizia ha effettuato delle verifiche all’interno dell’appartamento, in via delle Lampare di Martinsicuro, dove la coppia ha alloggiato fino a sabato scorso.

La donna ha circa 25 anni, per l’identificazione potrebbero essere utili le impronte digitali prelevate dai sanitari della Medicina legale dell’Ara Vasta 5 di Ascoli. Il cadavere era stato scoperto da alcuni bagnanti domenica scorsa intorno a mezzogiorno: presentava due ferite a una coscia, sulla cui origine sarà decisiva l’autopsia che verrà effettuata domani alle 15. L’esame autoptico servirà a stabilire se la ragazza è morta per annegamento o a causa delle lesioni; e se queste, qualora antecedenti al decesso, siano state causate da un’aggressione violenta.

Da stamattina la Guardia Costiera sta pattugliando con ogni mezzo il mare Adriatico, a nord e a sud della foce del fiume Tronto nel tentativo di individuare il corpo del fidanzato di cui non si hanno notizie. Al momento il fascicolo della Procura è aperto a modello 45, cioè “atti che non costituiscono notizia di reato”.