Ponte ciclopedonale sul Vomano: lavori assegnati ad una ditta di Montesilvano. Cardinale: ‘opera completata entro fine anno’

Roseto. Affidati alla ditta Facciolini srl di Montesilvano, terza in graduatoria nella gara di aggiudicazione, il completamento dei lavori del Ponte ciclopedonale sul Vomano, fra Roseto degli Abruzzi e Pineto.

L’opera completa la ciclopedonale della costa teramana ed ha un trascorso accidentato. A tre anni dalla consegna dei lavori (nel 2017) e dopo una serie di controversie, nel 2020 si è arrivati alla risoluzione del contratto per inadempienza contrattuale con la ditta Ecofin srl (che aveva acquisito la Gianforte Remo prima aggiudicataria). Per la risoluzione si è dovuto attendere una sentenza del Tribunale visto che la ditta aveva impugnato la risoluzione della Provincia.

Da procedura di legge è stata interpellata la seconda ditta aggiudicataria che si è dichiarata non interessata fino a giungere alla terza offerta in gara quella della Facciolini srl. I lavori iniziali, comprensivi di progettazione, ammontavano a 2 milioni e 200 mila euro. I lavori da capitolato, si dovranno concludere in 130 giorni.

“Un’altra opera incagliata in vicissitudini e controversie che riusciamo a far ripartire – dichiara il consigliere delegato, Lanfranco Cardinale – abbiamo sofferto molto e lavorato parecchio per arrivare a chiudere le posizioni precedenti ma il ponte, stavolta, dovrebbe essere pronto prima della fine dell’anno.Dopo il Ponte di Castelnuovo e il braccio a mare per il porticciolo di Roseto abbiamo messo in sicurezza finanziamenti e realizzazione di un’altro progetto dalla storia travagliata. Anche in questo caso una spina nel fianco anche perchè il ponte ciclopedonale sul Vomano completa il tragitto ciclabile e pedonale della costa teramana almeno per le opere a carico della Provincia: un progetto partito da questo Ente e che per molti versi ha costituito un esempio non solo in Abruzzo”.