Pineto, residui bellici in mare: nessun pericolo per i cittadini

Sono in corso nel tratto di mare della zona a Nord di Villa Ardente di Pineto le operazioni di recupero e verifica di alcuni materiali, presumibilmente piccoli munizionamenti bellici, individuati ieri da un turista, di professione Carabiniere, e segnalato ai colleghi della stazione di Pineto i quali hanno provveduto a informare immediatamente gli organi competenti.

Dalla mattinata di oggi, in tutta sicurezza, nell’area che è stata immediatamente perimetrata e sorvegliata, sono al lavoro gli uomini del nucleo specializzato del raggruppamento subacqueo e Incursori “Teseo Tesei” previa autorizzazione rilasciata dalla Prefettura di Teramo. Le operazioni, che si stanno svolgendo in tutta tranquillità, andranno avanti ancora per alcune ore senza pericoli per i cittadini e i turisti.

“Il rinvenimento di questo materiale da parte di un attento turista – commenta il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, – ha fatto attivare immediatamente tutto il protocollo per poter intervenire al più presto svolgendo le operazioni nella massima sicurezza. L’area è stata immediatamente perimetrata e osservata costantemente. Si tratta di un tratto di spiaggia libera nel quale gli artificieri si sono recati nella giornata di oggi per recuperare il materiale.

Si tratta di tanti piccoli proiettili, alcuni già portati sulla spiaggia e messi in sicurezza, ma gli uomini intervenuti proseguiranno le operazioni anche nelle prossime ore per garantire il completo recupero dei materiali. Ci hanno assicurato che non c’è alcun pericolo per i cittadini e desidero quindi tranquillizzare tutti su quanto sta accadendo.

Ovviamente ringrazio sentitamente tutta la macchina operativa che si è attivata per intervenire immediatamente, nonostante i giorni di festa: dalla Prefettura, agli uomini del Raggruppamento Subacquei e Incursori, agli operatori della Guardia Costiera di Giulianova per il prezioso lavoro svolto”.