Pineto, Filiera corta del Cerrano: il progetto che valorizza i prodotti del territorio

Pineto. Oltre 10 aziende hanno già aderito al progetto “Filiera corta del Cerrano” promosso dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Pineto grazie al supporto dell’Associazione Wigwam, dell’AMP Torre del Cerrano e anche di altre preziose realtà del territorio. Una iniziativa lungimirante nata con l’obiettivo di valorizzare i prodotti e i produttori locali favorendo la conoscenza di aziende e tipicità attraverso materiali pubblicitari e la promozione del loro utilizzo in vari contesti a partire dalle mense scolastiche o aziendali. C’è ancora tempo per aderire, i produttori interessati possono scrivere alla mail: wigpineto@gmail.com.

L’intento è, infatti, quello di istituire una rete di produttori locali funzionale alla promozione delle eccellenze del territorio in un’ottica di sensibilizzazione di un consumo ecosostenibile. Filo conduttore del progetto è la consapevolezza della circolarità del benessere: produrre a impatto sempre più ridotto sull’ambiente vuol dire offrire un prodotto sano. I produttori e i consumatori sono complementari nel lancio del circuito. Per la promozione dell’agroalimentare e per incentivare lo sviluppo turistico è fondamentale fare sinergia a livello locale. Attraverso la mappatura delle aziende che intendono entrare nel circuito, la filiera mette in contatto diretto produttori e consumatori posizionando i prodotti nella ristorazione locale e nelle mense. Inoltre il circuito incentiva i progetti a sostegno dell’agricoltura biologica, la creazione di mercati a tema e la partecipazione a gruppi di acquisto e meeting.

“Nel nostro territorio – spiega l’Assessora all’Ambiente del Comune di Pineto, Marta Illuminati – l’esperienza di unire tutti i produttori locali di qualità e metterli in rete è assolutamente nuova e innovativa. In passato ci sono state esperienze di successo legate al settore come il Mercato Itinerante della Terra, aperto però a produttori anche di altri comuni, o eventi come Calici in Villa incentrato sui vini. L’idea ora è quella di fare un salto di qualità: di favorire la conoscenza dei prodotti e produttori di Pineto con materiali pubblicitari, incentivare l’uso di questi prodotti nelle mense scolastiche, nei ristoranti e negli eventi, e aiutare l’incontro di domanda e offerta e accrescere nel lungo periodo la consapevolezza che i nostri prodotti sono unici e inimitabili. Siamo convinti che questa esperienza porterà grande beneficio all’economia del territorio, nuovo impulso alle imprese locali e sarà anche un elemento importante per attrarre turisti, i quali potranno reperire e individuare facilmente tutti i prodotti presenti. Ringrazio quanti stanno credendo in questo progetto, la rete Wigwam con la quale abbiamo stipulato una convenzione, l’AMP e tutti coloro che vorranno contribuire, nella certezza che insieme riusciremo in questo ambizioso obiettivo”.

“In un mondo sempre più globalizzato – commenta il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio – l’esigenza di valorizzare il locale è forte e ora, con l’emergenza epidemiologica da Covid-19, sembra ancora più importante farlo. Il progetto di mettere in rete i produttori locali, che lavorano in biologico o comunque nel rispetto della natura, è una carta ulteriore da giocare per accrescere l’appeal turistico dei nostri luoghi. Grazie al supporto di Wigwam, dell’AMP, e anche di altre preziose realtà, sarà possibile riunire tutti i produttori in una brochure da distribuire su ampia scala, sia in formato cartaceo che digitale, aprire una sezione per far incontrare domanda e offerta sui siti istituzionali, promuovere eventi e incentivare i ristoratori all’uso di prodotti del territorio. Una sfida importante nella quale crediamo e che, siamo certi, porterà i suoi frutti”.