Pineto, fanghi di Ortona: il M5S protocolla una mozione per opporsi alla scelta della Regione

Domenica 18 febbraio si è svolta, presso la Torre di Cerrano, la manifestazione organizzata dal WWF Abruzzo contro lo sversamento in mare dei fanghi provenienti dal dragaggio del porto di Ortona: “Decisione di una gravità inaudita, gestita in modo inqualificabile che ha provocato giustamente una netta reazione da parte di associazioni, cittadini e forze politiche locali”.

 

Questo è il punto di vista del Movimento 5 Stelle Pineto che, visto lo scarso livello di sensibilità e maturità dimostrato dalla Regione Abruzzo, ha fatto sapere che domani protocollerà una Mozione di Consiglio comunale con la quale si chiede alle forze politiche di opporsi alla deliberazione della Regione Abruzzo. “La mozione, che si spera possa essere condivisa da tutte le forze politiche, sarà estesa a tutti i Comuni interessati ed anche a quelli non direttamente coinvolti, giacché il mare Adriatico è una risorsa per l’intera Regione”, annuncia il consigliere Santino Ferretti.

“Ci auguriamo che la condivisione della mozione possa essere, oltre che uno strumento utile per evitare lo sversamento dei fanghi nel mare, un momento di grande maturità politica, che metta al primo posto la difesa del nostro territorio, al netto dei vari schieramenti”.

“La Regione, lo scorso inverno, ha già evidenziato la sua incapacità nella gestione ordinaria e straordinaria degli eventi naturali e non, provocando una grave caduta d’immagine; ora, l’ipotesi di uno sversamento di fanghi nel nostro mare non farebbe altro che danneggiare ulteriormente l’immagine del nostro patrimonio naturalistico”, ricorda il M5S Pineto.

“Il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, il Consigliere regionale di riferimento ed il Consigliere regionale di competenza territoriale, Luciano Monticelli, non si sono ancora espressi nel merito della vicenda, ritenendo più utile dedicarsi alla campagna elettorale. Monticelli presente sabato scorso fra le vie del mercato cittadino a Pineto nella consueta consegna dei “santini”, ma colpevolmente assente alla manifestazione in oggetto del giorno successivo”.

“In conclusione”, dicono i pentastellati di Pineto, “chiediamo al Sindaco di Pineto prima di tutto, a tutti i Consiglieri comunali di Pineto e di tutti i Comuni interessati dalla vicenda, di poter sostenere la mozione da noi presentata. Similmente, diamo la nostra più ampia disponibilità, al Sindaco di Pineto ed a tutti gli altri Comuni, per lavorare uniti al fine di scongiurare il paventato rischio di uno sversamento di fanghi nel nostro mare”.

Ovviamente, anche il Sindaco di Pineto Robert Verrocchio ha presenziato al sit-in presso la Torre di Cerrano.

Da parte dell’Amministrazione comunale di Pineto vi è la volontà assoluta di preservare la biodiversità e soprattutto l’immagine del sistema marino a confine con l’Area Marina Protetta e Sito d’Interesse Comunitario, asse strategico dell’offerta turistica per la nostra regione, basata sullo sviluppo, sulla tutela e sulla valorizzazione del mare e della costa.

“Si è già detto molto sulla questione, ora aspettiamo fiduciosi un segnale da parte della regione Abruzzo di prendere in considerazione possibili soluzioni alternative, ma ovviamente resta la ferma posizione di procedere per le vie legali laddove dovessero non essere perseguite. La posizione di Pineto su questa questione – dichiara Robert Verrocchio – è stata sempre chiara, nessuno vuole ostacolare i lavori del porto di Ortona, struttura di importanza strategica della Regione. Attendiamo però fiduciosi che la politica tutta, insieme ai tecnici, lavori per trovare una soluzione alternativa che non pregiudichi un altro asse trainante della Regione che è il turismo ambientale”.