Pineto, erosione spiaggia: “Il Sindaco non si appelli a forze sovracomunali. Amministrazione incapace”

Il coordinatore della Lega giovani di Pineto Pio Ruggiero interviene su due questioni vitali per la città: rischio idrogeologico ed erosione della costa, tematiche rilanciate peraltro proprio ieri in seguito ad un incontro tra il Sindaco e alcuni operatori turistici. 

 

“Chi non ha mai sentito parlare del progetto LIFE PRIMES – CAAP (Piano civico di adattamento)? Praticamente un giochino on line attraverso il quale, anche a Pineto, si vogliono valutare le conoscenze dei cittadini sul tema del rischio idrogeologico. In sostanza il progetto si propone di ridurre i danni causati al territorio e alla popolazione da eventi come piene, alluvioni e mareggiate utilizzando un “simpatico videogioco” . Come è evidente l’amministrazione comunale di Pineto continua a scherzare con la salvaguardia dei cittadini”.

“Era il 24 ottobre 2016, quando a Scerne un’amministrazione al gran completo presentava, ancora una volta, un’opera strategica per Scerne e Torre San Rocco i cui lavori, finanziati dal ministero e appaltati dalla Provincia per un importo di circa 2,5 milioni di euro, sarebbero dovuti partire entro l’estate 2017 e forse sarebbero dovuti terminare nei primi mesi del 2018. Ovviamente a distanza di due anni non c’è stato alcun intervento. La situazione è ancora al punto di partenza.

Questa è la massima espressione dell’amministrazione Verrocchio che, piuttosto che migliorare la qualità della vita dei pinetesi, mette in campo tutte le sue straordinarie capacità per insegnare ai cittadini il modo tramite il quale rendere meno traumatici eventi di per sé disastrosi. C’è addirittura chi, sui social, ironizza su questo “gioco”, avendo totalizzato un risultato vicino al cento per cento grazie all’esperienza maturata direttamente sul campo senza la quale questo punteggio non sarebbe stato possibile.

Noi della Lega giovani siamo, inoltre, profondamente scoraggiati dall’evidente incapacità decisionale del Sindaco e di tutta la Giunta targata PD su un altra grave problematica che affligge Pineto. Ovviamente mi riferisco all’erosione della costa pinetese: nonostante i numerosi tavoli di lavoro e le enormi somme di denaro pubblico spese non si vedono ancora risultati concreti, tangibili.

I cittadini sono stanchi di avere paura ogni volta che piove; fino ad ora tutto è andato bene poiché, mentre le piogge colpivano violentemente le località vicine, Pineto è stata magicamente evitata solo grazie alla buona sorte. Siamo stufi di assistere alla continua erosione delle nostre spiagge non appena si presenta sulle nostre coste una minima turbolenza. Siamo stanchi di dover continuare ad affrontare le conseguenze dannose di altre alluvioni, come accaduto per ben 4 volte nei precedenti 5 anni, e di altre mareggiate, come avviene a cadenza ormai mensile.

Non è plausibile – prosegue il coordinatore dei giovani della Lega – leggere che il Sindaco di una cittadina che ha avuto a disposizione oltre 6 milioni di Euro sommati ai circa 950 mila euro ricevuti dalla Regione, faccia ancora appello agli Enti sovraordinati per la realizzazione di progetti che tutelino l’intera città sia per la mitigazione del rischio idrogeologico sia per l’erosione della costa.

Non è più tollerabile che i nostri politici locali, che amministrano da oltre 20 anni e che nelle campagne elettorali si sono sempre impegnati su tali questioni, continuino ad esporre i nostri concittadini e l’economia del paese al rischio di subire le funeste conseguenze della loro incapacità. Tuttavia il tempo sta finendo e, a breve, ogni cittadino potrà dare la propria risposta a chi è causa e responsabile di queste situazioni: l’Amministrazione Verrocchio e la sua ormai conclamata incapacità di gestire sia l’ordinaria che straordinaria amministrazione”.