Pineto dà l’ultimo saluto a Franco Balducci

Un lungo corteo a piedi, come non se ne vedevano da parecchi anni a Pineto, oggi ha accompagnato Franco Balducci nel suo ultimo viaggio.

 

L’imprenditore del mobile, è morto ieri a 76 anni, dopo aver lottato per diverso tempo contro una malattia.

A sottolineare la sua personalità, una banda ha suonato dalla sua abitazione a Villa Ardente, fino alla chiesa centrale di Sant’Agnese, che non ha saputo contenere la folla.

Un addio singolare a un imprenditore che, per oltre quaranta anni, ha fatto la storia dell’arredamento pinetese, abruzzese e non solo. La malattia non gli aveva concesso di continuare a portare avanti l’azienda, la quale, insieme al marchio Formula 1, che si occupa della produzione di camerette per bambini e complementi d’arredo, costituisce il BGroup oggi gestito dai figli Simona e Lorenzo.

Oltre alla passione per il mobile made in Italy, Balducci aveva anche quella per lo sport: dal calcio, alla pallavolo Pineto, per cui la sua azienda è stata main sponsor sotto il nome di Framasil Cucine.

La Balducci Mobili è nata nel 1963 a Pineto come azienda per la produzione di sedie in ferro, poi, venti anni dopo, si è realizzata nello stabile nella zona industriale di Scerne di Pineto, dove si trova tutt’oggi a realizzare mobili.