Pietracamela, apre il Bike Park a Prati di Tivo

Pietracamela. L’Amministrazione comunale di Pietracamela è lieta di annunciare la riapertura da domani 19 luglio 2020 del Bike Park a Prati di Tivo.

Una iniziativa che arricchisce il territorio di ulteriori servizi dedicati ai turisti, e che trova il suo riscontro positivo grazie alla collaborazione di tutte le parti sociali presenti sul territorio. L’amministrazione si è fatta carico della pulizia dei percorsi dedicati alle mountain bike, mantenendo un impegno preso durante un incontro con gli operatori turistici della località.

Sarà possibile noleggiare delle speciali mountain bike che serviranno per affrontare i 3 principali percorsi, con le loro varianti, che partono da duemila metri di altezza per riportare gli avventurosi bikers sul Piazzale Amorocchi.

“Siamo orgogliosi di aver potuto partecipare a questa iniziativa” – commenta il Sindaco Michele Petraccia – “ è senz’altro un modo per rivitalizzare ulteriormente il nostro territorio, che quest’anno è riuscito attraverso la cabinovia a partire per tempo ed attirare gli amanti della montagna, ma anche i neofiti. Questa pulizia era necessaria per poter permettere la riapertura in sicurezza dei percorsi che sono diversi e tutti molto affascinanti, visto che passano nel bosco. Un’esperienza fantastica che permette di arrivare a duemila metri, godersi il panorama ed affrontare i percorsi con le adeguate sicurezze, sapendo che sono tutti ben evidenti! Ringrazio il gestore Finori per la partecipazione a questa iniziativa che certamente porterà vantaggi a tutta l’economia di Prati di Tivo.”

“La scuola di Ciclismo di Prati di Tivo è a completa disposizione per l’avvicinamento al Bike Park” – commenta Mirko De Luca assessore al Turismo di Pietracamela – “La scuola è presente sul territorio da anni e non manca di organizzare iniziative in collaborazione con il comune e con la proloco. Infatti sono già fissate le date del primo e del sedici agosto per la cicloturistica di cui presto vi forniremo i dettagli. Sono date importanti per gli appassionati della nostra montagna che vanno fissati sul taccuino. Tornando al Bike Park vorrei aggiungere che per essere affrontato ha necessità di adeguata attrezzatura, oltre a ‘biciclette’ molto tecniche, create per poter affrontare percorsi simili. A questo si aggiunge che la scuola è a disposizione per corsi individuali e di gruppo ed anche per fornire una minima conoscenza tecnica per poter evitare errori e cadute, visto che si va per buona parte in discesa e le pendenze cambiano in base al percorso scelto, che come nello sci si va dal più facile segnalato con il blu fino ad arrivare al più difficile segnalato con il nero”.