Nereto, per le categorie in difficoltà la scadenza dell’Imu al 30 settembre

Nereto. La scadenza dell’Imu viene posticipata al 30 settembre, ma solo per le persone e le categorie in difficoltà per effetto dell’emergenza sanitaria.

 

In sede di consiglio comunale a Nereto, l’assise civica in maniera unanime, questa mattina ha deliberato la possibilità di differire i termini del pagamento dell’imposta, senza sanzioni e interessi, fissata da sempre, a livello governativo, al 16 giugno.

Per usufruire della finestra temporale, l’amministrazione comunale metterà a disposizione un modulo da compilare e presentare poi in Comune.

“Per chi non è stato colpito severamente dalla crisi Covid – 19 la scadenza del primo acconto IMU resta il 16 giugno”, commenta il sindaco Daniele Laurenzi.

Si ricorda che il Governo con il decreto rilancio ha esentato dal pagamento i proprietari di pensioni e immobili che ospitano attività del settore turistico purché i proprietari siano anche i gestori. Nello specifico: alberghi e pensioni, stabilimenti balneari, rifugi di montagna, centri termali, agriturismi, villaggi vacanze, ostelli, b&b e assimilati.

Per questa categoria di immobili l’esenzione resta valida sino a nuove determinazioni statali.

“La giunta comunale”, chiude Laurenzi,” ha deliberato per differire al 30 settembre il termine di pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità e del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche”.