Martinsicuro, ponte ciclabile sul Tronto: passo in avanti per la realizzazione dell’opera

Si è raggiunta un’altra importante tappa verso la realizzazione del ponte ciclopedonale sul fiume Tronto.

Lo comunica la Regione Marche che, durante la videoconferenza, alla quale hanno partecipato gli Enti interessati alla realizzazione dell’opera (le due Regioni Marche e Abruzzo, i due Comuni San Benedetto del Tronto e Martinsicuro e il Provveditorato Opere pubbliche Toscana – Marche – Umbria), è stato ricordato che la progettazione dell’opera, in capo agli uffici tecnici della Regione Marche, è già ad uno stato avanzato della fase di fattibilità tecnico economica e che si procederà a breve alla redazione del progetto definitivo ed esecutivo.

“L’opera, oltre a rappresentare una straordinaria infrastruttura di collegamento tra la regione Marche e la regione Abruzzo” – commenta la vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini – “ è un punto di contatto tra due territori che si sono sempre guardati e contaminati, un elemento di connessione tra i percorsi ciclabili, esistenti e in corso di realizzazione (compresi quelli della Riserva naturale regionale della Sentina) e, soprattutto, un tassello che garantirà continuità al progetto nazionale della Ciclovia Adriatica”.

 

Grazie allo spirito collaborativo emerso stamattina, le due regioni Marche e Abruzzo sigleranno presto un’apposita Convenzione che consentirà di procedere con l’affidamento delle necessarie indagini e relazioni specialistiche (per le quali i Comuni hanno espresso la massima disponibilità, per quanto di competenza, a collaborare per ridurre al minimo i tempi) e, quindi, con la progettazione esecutiva del ponte. A breve si definiranno, infine, i termini per la successiva fase di realizzazione dell’opera e il ruolo del Provveditorato Opere pubbliche. La Regione Marche è capofila delle Regioni adriatiche interessate dalla Ciclovia turistica nazionale Adriatica da Chioggia al Gargano: 1.127 km totali, 99 Comuni attraversati, 17 Province, 6 Regioni. Costo complessivo dell’opera 250 Milioni di €, di cui 16 già assegnati dal MIT. Le Marche (per 297 km) e l’Abruzzo (per 131 km) sono attraversate per intero dall’infrastruttura. Ad oggi, nel territorio marchigiano, 166 km sono stati finanziati e realizzati/in corso di realizzazione e 131 km sono da finanziare, mentre l’Abruzzo ha finanziato, e quasi ultimato, i suoi 131 km, con il progetto Bike to Coast.

A fine 2019 è stata indetta la gara europea per la progettazione della Ciclovia Adriatica ed è avvenuta in questi giorni l’aggiudicazione provvisoria. Per il ponte ciclopedonale sul fiume Tronto sono stati stanziati 2,2 M€: 1,1 Milioni di € dalla Regione Marche con fondi POR FESR e 1,1 Milioni di € dalla Regione Abruzzo con fondi FSC. La realizzazione del ponte unirebbe i tratti abruzzesi e marchigiani, realizzando così un itineario continuo di oltre 428 km sui 1.127 totali della Ciclovia, aumentando, considerevolmente, l’efficacia dei tratti già realizzati, sia in chiave trasportistica che turistica. Non resta che aspettare la concretizzazione dell’opera, sempre più strategica soprattutto adesso che l’emergenza Covid-19 ha fatto venire alla luce l’importanza della mobilità sostenibile, ciclistica in particolare. (Raffaele Di Marcello)