Martinsicuro, la giornata della disabilità intellettiva al tempo del coronavirus

Il 28 marzo ricorre la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e disturbi del neurosviluppo organizzata da Anffas per informare e sensibilizzare sui temi della disabilità intellettiva e per promuovere e affermare i principi e i diritti della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.

 

L’emergenza determinata dal Coronavirus e il rispetto delle disposizioni governative in merito non rendono possibile l’apertura delle sedi e l’incontro con i visitatori e la condivisione di iniziative. Resta comunque il valore della Giornata per ricordare come, nella condizione attuale di dover affrontare, per tutti i cittadini, una emergenza particolare, forte e nuova, le persone con disabilità si trovano, insieme alle loro famiglie e agli operatori, in una situazione di particolare debolezza e solitudine.

 

Il centro Diurno Integrato “La Rosa Blu” di Anffas Onlus Martinsicuro è chiuso secondo le disposizioni. L’Associazione mantiene il contatto con le famiglie per eventuali necessità e organizza attività a distanza per le ragazze e i ragazzi con disabilità. L’Unità di Crisi Covid – 19 Anffas Nazionale segue costantemente la situazione ed esprime le esigenze ed elabora documenti rivolti alle istituzioni e mantiene la comunicazione con tutte le sedi Anffas. Insieme all’Unità di Crisi nazionale si muovono gli Organismi regionali Anffas di tutte le regioni italiane, creando una rete di conoscenza delle problematiche ed elaborando proposte di azione.

 

“Si chiede attenzione per le persone con disabilità, particolarmente vulnerabili rispetto al contagio e rispetto alla gestione delle misure di attenzione raccomandate, si chiede l’adozione di provvedimenti specifici, si chiede il rispetto del valore della vita delle persone con disabilità intellettiva e delle persone non autosufficienti e il rispetto del diritto alla salute di ciascuno perché la vita di ciascuno è importante e conta e per la vita di ciascuno, una società civile e giusta, deve impegnarsi”, commenta il presidente, Danila Corsi.