Martinsicuro, eroina nascosta in tasca: rom in manette. Nei giorni scorsi era stata arrestata la madre

Martinsicuro. Era tenuto sotto osservazione da almeno una settimana, perché sospettato di essere molto attivo nelle attività di spaccio.

 

Al pari della madre, già confinata ai domiciliari, e arrestata poco più di una settimana fa per lo stesso motivo.

Nel corso di un servizio dedicato, i carabinieri della stazione di Martinsicuro, a Villa Rosa, hanno arrestato un giovane di etnia di rom, M.L.C. di 23 anni, accusato di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.

Il giovane, durante la perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 20 grammi di eroina, che teneva riposti nella tasca dei pantaloni, e secondo gli inquirenti erano in procinto di essere spacciati.

Il blitz è scattato ieri pomeriggio, quando il giovane è stato dapprima fermato e poi sottoposto a perquisizione, anche nel proprio domicilio, dove i militari hanno anche rinvenuto un bilancino di precisione e del materiale utile per confezionare le dosi.

 

Il 23enne è stato ammesso (su disposizione del pm di turno, Silvia Scamurra) alla detenzione domiciliare, in attesa dell’udienza di convalida prevista nelle prossime ore.

Viene quasi da dire, che lo spaccio in quella zona sembra essere quasi un affare di famiglia, visto che la madre 42enne del giovane, la scorsa settimana, era stata arrestata dalla polizia.

Aggiornamento. In sede di udienza, l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la detenzione domiciliare.