Incidenti stradali: i dati sulle strade teramane. Campagna dell’Aci nelle scuole

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 31 Gennaio 2018 @ 12:13

I dati essenziali del rapporto  ACI – ISTAT  sugli  incidenti stradali rilevati sul  territorio nazionale  nel  2016  rispetto ai  dati del  2015  evidenziano:  meno morti (- 4,2%) più  incidenti (+07%),  feriti (+09%) e  feriti  gravi (+9%)  con  costi  sociali stimati  in  17 miliardi  di euro.

 

Anche la   provincia   di Teramo ha pagato un contributo pesante   con 21  morti  e  1.126  feriti  con  772  incidenti   su  un parco   circolante   di  271.095   veicoli  al  netto  dei  ciclomotori   pari a  circa  il  5%  del totale  circolante.

 

Gli incidenti stradali nel corso dell’anno  2016  che  hanno  coinvolto  i  ciclomotori e  motocicli  nel territorio della  provincia  di  Teramo  per  un totale  di  148  mezzi, hanno evidenziato 146  feriti  e  5  morti.

 

“La sicurezza stradale – commenta il presidente dell’Aci Teramo Carmine Cellinese – dipende da tre  componenti  fondamentali: l’uomo, il veicolo e la strada. Di questi solo il secondo ha registrato, nel tempo, importanti progressi tecnico-scientifici che hanno consentito ai veicoli di oggi di essere equipaggiati con dispositivi per la protezione delle persone a  bordo e l’assistenza  alla  guida. Molto invece resta da fare sul piano delle infrastrutture e del comportamento umano, fattori in gran parte riconducibili alla maggioranza dei sinistri che si verificano ogni  anno. I dati dimostrano che  c’è  ancora  tanto  da  fare,  e  farci  riflettere   sulla  opportunità di   mantenere alta  l’attenzione su  un grave  problema   sociale  che,   oltre  a  mietere   lutti  e  sofferenze,  comporta  ingenti  costi  per  la  collettività. E’ per questo che la sicurezza stradale è un importante obiettivo che l’Aci di Teramo vuole perseguire attraverso la  formazione dei più giovani affinché la prudenza sia il primo equipaggiamento per coloro che si accingono alla guida visto che gli incidenti sono la prima  causa  di morte  per  i  ragazzi  tra  i  14  e  i 25 anni».

 

In  questa  prospettiva  l’Aci  di  Teramo,  in piena  sinergia  con   l’Ufficio scolastico Provinciale,   mantiene  costante   il proprio   impegno educativo  in quanto  ritiene  che  l’emergenza  sicurezza  vada  affrontata  con  un nuovo  approccio  alla  “formazione”   mediante   la  realizzazione  di  percorsi formativi-informativi   continui   che   preveda  anche l’utilizzo  dei  simulatori  di  guida  per   moto,   necessari   per  formare    una  nuova  generazione  di   motociclisti  preparati e  responsabili.

 

L’Automobile Club di Teramo, da   anni  promuove  e  finanzia   iniziative  per  formare  gli studenti  istituendo percorsi  di Educazione  Stradale   nelle  Scuole  secondarie  di  primo  grado,  ed  a  tal  fine   ha  acquistato   un’apparecchiatura  di  nuova  generazione,  denominata “simulatore di guida  per  motoveicoli”, i  cui  software  sono  in  grado  di  riprodurre tutte  le  condizioni stradali (in  città –  di notte –  con  pioggia –  con neve –  con  ghiaccio – con nebbia – ecc.)  e  di trasmettere  al guidatore  autentiche   e reali  sensazioni  di  guida. Questo simulatore è,  senza  dubbio,  uno strumento  efficace  per  gli alunni  delle classi  terze   delle  Scuole secondarie  di primo  grado  interessate   al progetto   “LA  SICUREZZA  SI  FA  STRADA”,  che  si apprestano  tra  l’altro,  a  conseguire  l’abilitazione  per  la  guida  dei  ciclomotori.

 

 

 

 

Il progetto, condiviso e sostenuto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Teramo, vedrà  impegnate nell’anno scolastico corrente le  strutture  scolastiche  interessate,  con  il pieno  coinvolgimento  degli  insegnanti  referenti,  alunni e  genitori,  con  il supporto  tecnico dei manuali  didattici dell’ACI  e  con  il gioco di  società  denominato “La  Patente  a  Punti”   già  consegnato alle  classi  interessate  che  rappresenta  uno strumento  didattico  di  tipo ludico  progettato  da  esperti  per  rafforzare  l’efficacia  dell’apprendimento  in aula  e  creare  momenti  di  condivisione   tra  giovani  e  famiglia  sulle  regole  del Codice  della Strada.

 

L’ Iniziativa formativa-informativa  dell’Aci  Teramo  vedrà  impegnate a  partire  dal   mese  di  Febbraio  le  seguenti  Istituzioni scolastiche  con   34  classi   e  680   alunni  delle seguenti  scuole:

Istituto comprensivo Valle del Fino – Castiglione Messer Raimondo

Istituto comprensivo Carlo D’Alessandro di Teramo

Istituto comprensivo statale Giulianova 2 Bindi-Annunziata

Istituto comprensivo Teramo 4 San Nicolò a Tordino

Istituto comprensivo 1 di Roseto degli Abruzzi

Istituto comprensivo “A. Saliceti” di Bellante stazione

Istituto comprensivo 2 di Roseto degli Abruzzi

Istituto comprensivo statale 1 Giulianova Pagliaccetti

Istituto comprensivo Nereto – Torano Nuovo – S.Omero e scuola secondaria di 1° Torano Nuovo

 

 

DATI DEGLI INCIDENTI STRADALI NEI SINGOLI COMUNI

 

P-Teramo-2016-ACI