- SPECIALE ELEZIONI -
6.5 C
Abruzzo
domenica, Luglio 3, 2022
HomeAperturaGiulianova, ragazzino folgorato: aperte due inchieste. Intanto si scopre che...

Giulianova, ragazzino folgorato: aperte due inchieste. Intanto si scopre che…

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 9 Luglio 2018 @ 16:32

Giulianova. Sta bene il ragazzino che sabato sera è stato colpito da una scarica elettrica partita da una dei fari che illuminano la statua in bronzo di Vittorio Emanuele II, a Giulianova.

 

E’ ancora ricoverato all’ospedale Salesi di Ancona ma per fortuna il dodicenne non è in pericolo di vita. A salvargli la vita era stato un ex calciatore del Giulianova, accorso per primo e che gli aveva praticato il massaggio cardiaco, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Verrà tenuto sotto osservazione ancora 24/48 ore prima di essere dimesso.

Sulla vicenda la Procura di Teramo ha aperto un’inchiesta per accertare le responsabilità. Da una prima relazione dei carabinieri della locale compagnia, si è appreso che il faro era spento. Ma la scarsa manutenzione dell’impianto, con cavi scoperti, sarebbe la causa che ha determinato la scarica elettrica nel momento in cui il ragazzino si è seduto sul faro. Sulla vicenda è intervenuto il consigliere comunale Jwan Costantini che accusa l’amministrazione comunale di incuria e di sciatteria del territorio. “Un comune che non sa prendersi cura dei suoi luoghi più rappresentativi”, dice Costantini, “come il suo belvedere che dovrebbe costituire il biglietto da visita in piena estate, come può prendersi cura della sua comunità?”.

Il partito democratico di Giulianova in mattinata ha depositato un’interrogazione, chiamando in causa il sindaco Francesco Mastromauro su quanto accaduto l’altra sera. Una vicenda che avrebbe potuto avere contorni drammatici. Il Pd chiede di conoscere le responsabilità in tema di manutenzione del territorio. Il primo cittadino giuliese ha dato incarico alla polizia municipale di relazionare su quanto accaduto sabato scorso per accertare le responsabilità.

Intanto, si è appreso che la manutenzione degli impianti di illuminazioni presenti sul territorio di Giulianova, che ha aderito al progetto Paride della Provincia, spetta dallo scorso primo maggio alla società che tramite la stessa Provincia, si era aggiudicata il bando. Un elemento non di poco conto su cui la Procura di Teramo dovrà indagare.

RAGAZZINO FOLGORATO, IL CITTADINO GOVERNANTE: ‘GIULIANOVA CITTÀ PERICOLOSA PER CARENZA DI MANUTENZIONE’

 

“Tante volte abbiamo denunciato la mancanza di decoro e pulizia nei luoghi pubblici centrali e periferici della nostra città. La carenza di manutenzione di strade, piazze, parchi, giardini, marciapiedi e strutture pubbliche in genere, ha mostrato e mostra una città poco curata, poco funzionale, poco attraente. Ora, però, siamo oltre il livello di guardia in quanto la città sta diventando pure pericolosa per i cittadini”.

Lo ha denuncia arriva dall’associazione del Cittadino Governante, ricordando anche che “le cadute, anche rovinose, di pedoni e ciclisti a causa delle buche stradali e dei marciapiedi sconnessi sono frequenti da tempo. Qualche mese fa alcuni alberi sono caduti, per fortuna senza danni a persone. Nei giorni scorsi abbiamo parlato del pericolo amianto per i frequentatori della scuola materna di via Mattarella. Dobbiamo, purtroppo, registrare oggi la grave notizia di un bimbo investito da una forte scarica elettrica nel toccare un lampione posto a terra, sotto il monumento di Vittorio Emanuele II in piazza della Libertà. Fortunatamente, il bambino, ricoverato in ospedale, è fuori pericolo”.

Secondo l’associazione giuliese “i problemi, però, rimangono tutti. Nel caso specifico della folgorazione di chi è la responsabilità? Del Comune o della ditta incaricata della manutenzione? In ogni caso l’Amministrazione comunale ha il dovere di organizzare al meglio e sorvegliare che tutto funzioni. La città va manutenuta costantemente con risorse e personale adeguati. Lo ripetiamo da anni, inascoltati, ad ogni passaggio consiliare sul Bilancio comunale. A questo punto, però, tutto ciò diventa decisamente urgente. Questa amministrazione comunale ha dimostrato di non essere in grado di garantire ciò. L’invito è per il momento di fare, comunque, tutto il possibile. Ma Giulianova ha bisogno di una svolta politico-amministrativa con forte discontinuità con quello che è stato sperimentato negli ultimi 20 anni. Per la manutenzione ordinaria e straordinaria, ad esempio, occorre stanziare, prioritariamente, ogni anno somme adeguate e avere squadre specializzate con personale sufficiente e qualificato”, conclude Il Cittadino Governante.

RAGAZZINO FOLGORATO A GIULIANOVA, MASTROMAURO; ‘SONO DISPIACIUTO. ORA BISOGNA FARE CHIAREZZA’

 

Il sindaco Francesco Mastromauro esprime tutto il suo dispiacere per quanto accaduto ad un dodicenne la sera del 7 luglio, rimasto folgorato da un faro posto all’interno della recinzione a ridosso del monumento a Vittorio Emanuele II in piazza della Libertà.
“La prima cosa che ho fatto ieri mattina, avuto notizia dell’accaduto”, dichiara il sindaco, “è stata quella di contattare il padre, che conosco bene, per sapere le condizioni del ragazzo. Naturalmente esprimo tutta la vicinanza e il dispiacere, miei e dell’intera città, al ragazzo ed ai familiari per ciò che è accaduto con l’augurio che possa presto rimettersi. Subito dopo ho chiesto al comandante della Polizia Municipale di essere relazionato sui fatti in modo da accertare le responsabilità relativamente a questa vicenda che, lo ripeto, mi ha molto colpito ed addolorato. Giova ricordare che dal 1 maggio 2017 la gestione della pubblica illuminazione sul territorio comunale, compresa la manutenzione degli impianti esistenti, è stata affidata alla società Hera Luce all’interno del Progetto Paride promosso dalla Provincia, così come deliberato dal Consiglio Comunale”.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'