Ferragosto, tutto esaurito a Silvi ma Scordella mette in guardia: “Rispettate le norme anti contagio”

Silvi. Il sindaco Andrea Scordella, con l’approssimarsi degli affollati giorni e delle pazze notti ferragostane, rivolge un appello a tutti i cittadini e ai turisti che in questa settimana clou dell’estate hanno fatto registrare il tutto esaurito nelle strutture ricettive e negli appartamenti estivi.

“I pericoli di possibili contagi da coronavirus – ha detto il sindaco Scordella – sono seri e da non sottovalutare in situazioni particolari come quelle di questi giorni. Sappiamo che diversi piccoli focolai, importati dal cosiddetto turismo da ritorno, stanno interessando alcune regioni finora solo sfiorate dal terribile contagio. Invito tutti – ha aggiunto il sindaco Scordella – a mantenere un atteggiamento prudente e rispettoso delle disposizioni emanate dalle autorità sanitarie che, alla fine, si riducono essenzialmente in tre piccoli accorgimenti: distanziamento e divieto di assembramento, uso della mascherina in ambienti chiusi e aperti, anche al mare, lavarsi spesso le mani. Silvi, finora, è stata una città virtuosa e non deve oggi permettersi distrazioni. In questi giorni saranno intensificati – ha detto il sindaco Scordella – i controlli diurni e notturni con pattuglie della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Polizia Locale nei luoghi solitamente più frequentati e nei locali ed esercizi pubblici, compresi i bar, i ristoranti e gli stabilimenti balneari. Le norme e le disposizioni governative impongono tolleranza zero con pesanti provvedimenti a carico degli eventuali trasgressori, compresa la chiusura temporanea degli esercizi. Ricordo infine – ha concluso il sindaco Scordella – che vige una mia ordinanza, emanata il primo luglio scorso che fa divieto assoluto di accesso alle spiagge libere dalle 21 alle 07 del mattino seguente. Quindi, per quest’anno niente falò e feste in riva al mare. Confido nella collaborazione di tutti”.