-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Eroina per giovanissimi ad Ascoli. L’inchiesta “boxer” con 9 arresti tocca anche l’Abruzzo VIDEO

Ultimo Aggiornamento: martedì, 11 Dicembre 2018 @ 14:03

Ascoli. Sono 9 le persone arrestate all’alba di oggi dagli agenti della Squadra Mobile di Ascoli Piceno nell’ambito dell’operazione ‘Boxer’ i cui dettagli sono stati illustrati in una conferenza stampa in Questura.

 

Sei soggetti sono finiti in carcere a Marino del Tronto: si tratta di un ascolano e di cinque tunisini, tutti irregolari sul territorio e con precedenti specifici in materia di stupefacenti. Ai domiciliari altre tre persone, una ragazza e un uomo di San Benedetto del Tronto ed un tunisino regolare, residente a Teramo ritenuto il cassiere della banda. A tutti la Procura di Ascoli Piceno contesta l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 

Diversi dei soggetti arrestati oggi erano già finiti in manette nei mesi scorsi per episodi di spaccio avvenuti fra Porto Sant’Elpidio, Grottammare, San Benedetto del Tronto, anche davanti ai Sert. Nel corso delle indagini, coordinate e dirette dalla Procura di Ascoli Piceno, durate oltre un anno, sono stati sequestrati 2,5 kg di eroina pari a 12mila dosi del valore commerciale sul mercato di circa 240mila euro.

 

E’ stato stimato che i componenti della banda riuscivano a piazzare un centinaio di dosi al giorno. Dalle indagini è emerso che i pusher tunisini facevano proseliti tra giovani tossicodipendenti italiani, inducendoli a spacciare di spaccio dietro promessa di consegna dello stupefacente a loro necessario. Sulla piazza è cresciuta la richiesta di eroina che viene assunta con le stesse modalità della cocaina.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate