Doppia preferenza di genere: a Pineto esulta la Commissione Pari Opportunità

La Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Pineto accoglie con grande soddisfazione la modifica alla Legge Elettorale Regionale che consente l’introduzione della doppia preferenza di genere. 

 

Un importante traguardo che arriva grazie alla legge n. 20 del 15 febbraio 2016, volta a garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini nei consigli regionali. Un segno di grande civiltà e, soprattutto, di democrazia.

“Pari opportunità quindi tra donne e uomini – dichiara Cristina Marcone Presidente della Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Pineto – nell’accesso alle cariche elettive, un successo che premia anche l’impegno della nostra CPO, ovviamente sempre in prima linea per la parità di genere e, nel caso specifico, per favorire l’accesso delle donne nelle assemblee legislative. Un doveroso ringraziamento all’Assessore regionale Marinella Sclocco ed ai Consiglieri Lucrezio Paolini, Giuseppe Di Pangrazio e Mauro Febbo, che con il loro impegno hanno garantito, anche in Abruzzo, l’adeguamento alla normativa nazionale sull’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini nei consigli regionali.”

La CPO di Pineto è impegnata su più fronti. Il prossimo obiettivo è la realizzazione del Progetto Intercultura, il cui scopo è quello di unire donne italiane e straniere residenti e/o dimoranti nel Comune di Pineto e comuni limitrofi che, nella lotta per l’accesso alle risorse materiali e simboliche, devono affrontare due tipi di ostacoli: alle discriminazioni basate sul genere si aggiungono, infatti, anche quelle fondate sull’origine nazionale o sull’appartenenza religiosa.

L’energia del progetto si concentra proprio nell’abbattimento di queste barriere: per la creazione di una società che tuteli le differenze e che favorisca l’inclusione di tutte le donne, attraverso il confronto ed il dialogo interculturale. Obiettivo del progetto è la creazione del Centro Interculturale delle Donne che consisterà in un osservatorio permanente sul fenomeno dell’immigrazione, soprattutto femminile, in città ed in provincia, nonché un luogo di progettazione di iniziative culturali e di sensibilizzazione per la città e della città.

Tutte le attività organizzate dal Centro saranno interamente gratuite per l’utenza e finanziante con progetti che il Comune di Pineto realizzerà in forma diretta o partecipata con associazioni, cooperative ed Enti.

Il Centro Interculturale delle Donne avvierà presto una serie di attività progettuali, tra le quali si cita lo Scaffale Interculturale, oltre all’attivazione di servizi di accoglienza ed orientamento e di corsi di lingua italiana, di arte, di letteratura, di musica, di cucina e di cucito.

“Le nostre attività – spiega la Presidente della CPO – sono in totale sintonia con il progetto, attualmente in fase di realizzazione, “PROMUOVERE L’INTEGRAZIONE: L’INCONTRO CON L’ALTRO”, ideato dall’Associazione Dimensione Volontario e recentemente apparso sulla stampa. Una lodevole iniziativa a favore della cultura dell’accoglienza e della politica d’integrazione degli stranieri nel nostro territorio. Per questi motivi offriamo tutto il nostro appoggio all’Associazione stessa ed all’Assessora per le Pari Opportunità del Comune di Pineto Daniela Mariani che, con passione e convinzione, sta sostenendo questo ed altri meritevoli progetti. A quest’ultima va anche un grande ringraziamento perché, tra le tante cose fatte, è riuscita, per la prima volta nella storia del Comune di Pineto, a formalizzare una nuova voce in Bilancio dedicata al funzionamento della Commissione per le Pari Opportunità ed a mettere a disposizione uno spazio, ubicato all’interno della sede comunale, per lo svolgimento delle attività proprie della Commissione stessa.”