Covid 19, nove positivi a Teramo città: due ricoverati al Mazzini

Punto sui contagi da Covid 19 da parte del sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto.

“Per quanto riguarda Teramo Città, registriamo attualmente una situazione dei contagi assestata, dopo alcune precisazioni comunicative da parte della ASL, su un totale di 9 cittadini residenti positivi, 2 dei quali ricoverati presso l’Ospedale Mazzini e 7 in isolamento domiciliare, con il controllo costante ed efficace del SIESP che sta ricostruendo, come sempre, i contatti dei giorni precedenti di ciascuno di essi – ha scritto il primo cittadino –  In questa fase, non solo locale ma che investe tutto il territorio nazionale, va assolutamente alzato il livello della precauzione nei comportamenti e nelle azioni di tutti, per la salvaguardia della salute pubblica e per quella di ciascuno di noi.
Stiamo proseguendo nell’attività di controllo e di vigilanza, ma, qualora il rispetto delle norme e delle regole di buon senso dovesse venir meno siamo pronti a tornare ad intensificare, da subito, le misure restrittive.
Avvertiamola tutti, in questa fase non allarmante ma comunque molto delicata, l’alta responsabilità di questo tempo e trasmettiamola ai nostri figli. Non possiamo tornare indietro”.

E ancora: “Come già detto, sulle scuole tutto ciò che dovevamo fare lo abbiamo fatto, nei tempi previsti. In settimana abbiamo fatto il punto anche sulle Aule Covid già individuate, per le quali abbiamo attivato, per primi, il coordinamento con la ASL per garantirne l’ottimale utilizzo. I nostri edifici scolastici e i loro spazi sono pronti, ora facciamo tutti in modo che possano essere riempiti, in sicurezza, in presenza e con continuità, dei sorrisi e della vitale curiosità dei nostri figli. Il vero tema non è la riapertura ma la garanzia di continuità dell’attività scolastica. Per questo, come ho detto al Prefetto, anche a fronte delle prime inevitabili criticità, dobbiamo continuare ad agire con la lucidità istituzionale e con la capacità di rispondere insieme come sistema organico, ciascuno per le proprie responsabilità”.