Coronavirus, tre decessi nelle ultime ore a Castiglione Messer Raimondo

Castiglione Messer Raimondo. Ancora tre morti, nel giro di poche ore, a Castiglione Messer Raimondo, cittadina della Val Fino considerata la ‘Vo’ d’Abruzzo’, dove si contano 45 casi di Coronavirus su poco più di duemila abitanti.

 

Con le nuove vittime i decessi salgono a undici, tutti avvenuti negli ultimi dieci giorni. Il paese, martoriato dall’emergenza Covid-19 – si tratta del centro più colpito in Abruzzo in proporzione al numero degli abitanti – è inserito in zona rossa. Anche il sindaco, Vincenzo D’Ercole, 30 anni, uno dei più giovani primi cittadini della regione, è positivo ed è in isolamento a casa.

 

I nuovi decessi riguardano una donna di 86 anni, un uomo di 90 e uno di 51, vittima più giovane registrata in paese. La prima era ricoverata all’ospedale di Teramo, gli altri due in quello di Atri.

 

Aggiornamento. Quello che assomiglia, usando un’espressione forte, ad un bollettino di guerra, nel corso della giornata è stato ulteriormente aggiornato. La Asl, infatti, ha comunicato al sindaco Vincenzo D’Ercole l’esistenza di altri 11 casi di positività al test, portando il totale a 56 contagiati. Va aggiornato anche il numero dei decessi, a 12, visto che il tampone effettuato su una persona deceduta nei giorni scorsi, è risultato positivo.