Coronavirus, Teramo: l’associazione Robin Hood chiede la sospensione delle tasse

Teramo. L’Associazione Robin Hood, “nell’essere solidale con quanti a rischio anche della propria esistenza stanno lottando questa battaglia in primis impegnati nella Sanità, nelle Forze dell’Ordine nel volontariato, ai lavoratori e agli imprenditori,” non può sottrarsi nell’essere portavoce delle migliaia di concittadini che sono in forte difficoltà.

“La dura prova legata alla emergenza sanitaria si coniuga in molti casi con la perdita dell’unica fonte di lavoro, magari in nero o un part time unico reddito familiare. La prospettiva della perdita del lavoro per il perdurare della crisi, eleva l’ansia per l futuro. I provvedimenti Governativi tardano ad essere attuati, occorre che le pubbliche amministrazioni diano il loro contributo, per quello che è possibile, per alleviarla difficile situazione e per supportare la nostra comunità che sta subendo norme restrittive che hanno definitivamente piegato un comparto produttivo e di servizi già in crisi”.

Per questo, l’Associazione Robin Hood chiede a gran voce, “nell’alveo di analoghi provvedimenti già assunti da altri enti locali in Italia, la sospensione della tassazione locale, dei bolli ed anche delle azioni di recupero da parte delle partecipate, la proroga dei termini per le certificazioni energetiche e quant’altro possa essere utile. Il Governo ha preannunciato interventi anche a favore delle amministrazioni locali, sulle quali sarà possibile attingere risorse, sia per supportare tale differimento o per una eventuale bonus. Aiutiamo le famiglie e le imprese in difficoltà a superare questo momento buio”