Coronavirus, il punto del sindaco di Teramo tra primo caso in città e sanità

Il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, accompagnato dal vicesindaco ed assessore con delega alla protezione civile, Giovanni Cavallari, ha fatto nel pomeriggio un punto della situazione in merito all’emergenza coronavirus.

Il primo cittadino ha parlato del primo caso registrato in città, un uomo in isolamento domiciliare con scarsi sintomi, ed ha esortato soprattutto ad avere una maggiore cura verso la sanità per dotare l’ospedale di Teramo di tutte le protezioni necessarie. “La priorità è blindare gli ospedali e tutelarli”, ha detto.

Il vicesindaco Cavallari ha parlato del Coc che sta gestendo le necessità di quei cittadini impossibilitati ad avere farmaci o generi alimentari, ma non solo. Il Centro operativo comunale “crescerà al crescere delle chiamate”. Ad oggi pomeriggio erano già sessanta le telefonate ricevute da questa mattina. Cavallari inoltre ha smentito una fake news che circola su whatsapp, inerente un presunto elicottero che nella notte avrebbe dovuto sorvolare la città per sanificare: “Non capisco chi abbia il pensiero di divertirsi con queste cose in un momento del genere”.

ASCOLTA LA CONFERENZA