Carenze igieniche: i Nas sequestrano formaggi e latte in un’azienda del Teramano

Sequestrati mette e formaggi in un’azienda agricola in provincia di Teramo.

 

I carabinieri del Nas di Pescara, nell’ambito di alcuni controlli nella filiera del latte e dei loro derivati hanno segnalato all’autorità amministrativa i tre titolari di un’azienda per la quale non è stata indicata la località.

Diverse le irregolarità contestate dai miliari: l’attività di un laboratorio privo dei requisiti minimi sul piano igienico-sanitario e in pessime condizioni di pulizia; l’attivazione abusiva di un deposito per gli imballaggi senza comunicazione.

Inoltre, i Nas hanno contestato l’omissione nel tenere aggiornati il piano di autocontrollo, la presenza, per la vendita, di prodotti caseari di diversa tipologia e stagionatura privi di qualsiasi indicazione relativa alla tracciabilità; stoccato per la produzione di formaggi latte crudo non idoneo.

Alla luce di tali violazioni, il personale della Asl di Teramo che ha dato supporto ai carabinieri, ha disposto l’immediata sospensione dell’attività produttiva fino all’eliminazione delle carenze riscontrate, il sequestro di 2 tonnellate di formaggio e la distruzione di 5 quintali di latte giudicato non più idoneo.