Alba Adriatica, squadra rivelazione ma terreno di gioco bocciato: il caso del “Luca Vallese”

Alba Adriatica. Squadra rivelazione sul campo, ma terreno di gioco quasi impresentabile. A dirlo sono le immagini della domenica e i commenti dei protagonisti, che tirano calci ad un pallone.

 

Una volta il prato verde del “Luca Vallese” era un piccolo gioiello. Ora, invece, il terreno dell’impianto di recente oggetto di ristrutturazione e messa a norma, non è adatto per giocare al calcio. Ed è un peccato, sotto vari aspetti. La stagione dei rossoverdi è oramai alla fine, dovranno essere giocate poche gare sul terreno di via Ascolana, ma una soluzione in ottica futura andrà trovata.

 

Le attività di manutenzione, da qualche anno, sono state affidate all’esterno, ma evidentemente le problematiche del terreno di gioco si sono acuite. Per un altro un anno, infatti, la squadra che disputa il torneo di Eccellenza, per via dei lavori di adeguamento, ha utilizzato il campo di Martinsicuro. Il terreno, però, non è stato curato come dovuto e ora al ritorno sul campo amico certe difficoltà sono venute tremendamente a galla.

 

L’amministrazione comunale, in questa fase, sta cercando in qualche maniera di tamponare l’anomalia. Ma ora urge, in ottica futura, di tornare a curare come in passato il prato verde.