Alba Adriatica, Bandiera Blu negata: ecco la lettera che l’Arta ha scritto alla Fee

Alba Adriatica. Nel giorno nel quale tutta la costa teramana torna a colorarsi di blu, Alba Adriatica continua a sperare.

 

Un tentativo già emerso nei giorni scorsi e che punta a far riesaminare tutta la documentazione utile per poter essere inserita tra le località insignite del vessillo blu, anche in un momento successivo a quello della proclamazione ufficiale che si è tenuta questa mattina in video-conferenza. E tra gli appigli legati a questo ipotetico scenario, ruota attorno alla comunicazione ufficiale che l’Arta ha trasmesso negli ultimi giorni della Fee Italia.

 

Nella nota l’Agenzia regionale per la tutela ambientale ripercorre i passaggi di quello che è stato un errore di comunicazione, che si è trascinato nel corso degli ultimi due anni, per un prelievo non conforme che, però, andava sostituito e che avrebbe prodotto una classificazione diversa per il punto di prelievo di via Sardegna. Zona che è eccellente, ma che il mancato aggiornamento dei dati da parte delle autorità regionali ha zavorrato la candidatura per la Bandiera Blu presentata dal Comune di Alba Adriatica.

 

“Alla luce del grave danno d’immagine che questo comporta per la città di Alba Adriatica”, si legge nella lettera che L’Arta ha inviato alla Fee Italia, ” chiediamo di voler riesaminare la documentazione, per l’assegnazione della bandiera Blu anno 2021, al fine di poter correggere questo errore di valutazione assolutamente non imputabile a responsabilità dell’amministrazione comunale”.