Roseto, vandali all’Arena 4 Palme. Mandato in frantumi un canestro FOTO

Atto vandalico inqualificabile ai danni dell’Arena 4 Palme a Roseto. Nella notte mandato in frantumi il cristallo del canestro sistemato a nord del rettangolo di gioco. A denunciare il fatto sono stati dei ragazzi che hanno notato il tabellone completamente incrinato.

In mattinata il custode ha poi provveduto a far cadere tutti i pezzi di cristallo e a raccoglierli per lo smaltimento prima che qualcuno potesse farsi male. Difficile risalire agli autori dell’increscioso episodio visto che all’interno dello storico impianto sportivo all’aperto non ci sono telecamere di videosorveglianza. Sono stati comunque trovati dietro al canestro dei pezzi di impalcatura legati ad una corda, un pezzo di pietra e una scatola che conteneva una fionda con cui, probabilmente sono state scagliate delle biglie di acciaio.

Sembra che i pezzi di impalcatura e il grosso sasso siano stati scaraventati con forza contro il tabellone. I vandali si sono accaniti contro il canestro posto a nord, perché quello opposto era troppo vicino all’ingresso dell’Arena 4 Palme, che si affaccia oltretutto a ridosso della Nazionale. Durante le loro scorribande avrebbero potuto essere notati da un automobilista di passaggio o da qualche pedone.

Sulla Nazionale inoltre ci sono delle telecamere di videosorveglianza, sono quelle di un istituto di credito. Intanto, c’è chi si è fatto subito promotore di un’iniziativa, una raccolta fondi per acquistare un nuovo canestro in sostituzione di quello mandato in frantumi. L’Arena 4 Palme è un impianto che l’amministrazione comunale di Roseto vuole acquisire dalle Ferrovie visto che si trova su una proprietà di RFI. Entro la fine dell’anno dovrebbe essere firmato il preliminare di compravendita.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.