Silvi, i ragazzi del centro diurno “L’isola che non c’era” in gita a Pietracamela

Silvi. Il Comune di Silvi, in collaborazione con quello di Pietracamela, martedì scorso ha fatto vivere una esperienza bellissima ai ragazzi del centro diurno comunale “L’Isola che non c’era” gestito dalla New Laser. Una giornata trascorsa intensamente alla scoperta della natura a stretto contatto con tutto quanto vive nel bosco.

I 23 bambini, hanno visto e conosciuto le varie specie arboree e piante secolari, per poi finire con una scorrazzata al parco avventura dove si sono improvvisati perfino arrampicatori. “Lontano dal frastuono ferragostano della città – ha detto il sindaco Andrea Scordella – i ragazzi hanno vissuto pienamente l’esperienza del contatto diretto con un ambiente sano dove hanno dato finalmente sfogo alla loro incontenibile vivacità, dopo i lunghi giorni di clausura forzata. Ho fatto parte volentieri dell’allegra compagnia accolta con encomiabile senso di solidale amicizia dal collega sindaco Michele Petraccia, di origini silvarole, e mi sono reso conto della validità dell’iniziativa che ci siamo proposti di ripetere in futuro, magari anche in altre località della nostra provincia e dell’Abruzzo”.

“I bambini – ha detto la consigliera Rossella Astolfi promotrice dell’iniziativa per il Comune di Silvi – sono state le prime vittime delle restrittive disposizioni anti Covid-19. Per questo abbiamo pensato di offrire loro una bella occasione per riprendere a pieno la loro vita all’aria aperta e di farlo in uno scenario unico e inconsueto per loro che vivono al mare e in un luogo di assoluto pregio ambientale. Ringrazio i sindaci delle due città, Andrea Scordella di Silvi e Michele Petraccia di Pietracamela, l’assessore all’Istruzione Giuseppina Di Giovanni e la cooperativa New Laser con le sue brave educatrici per la loro determinante collaborazione. Ringrazio anche Alessandro D’Eugenio per aver collaborato al trasporto dei bambini e delle maestre ”.