Silvi, individuato chi ha inquinato il torrente Cerrano

Silvi. L’operazione di pulizia e recupero di diversi grandi sacchi contenenti rifiuti di vario genere alla foce del torrente Cerrano, coordinata dall’assessore all’Ecologia Alessandro Valleriani ed effettuata dal presidente dell’Associazione Aspromare, Mauro Pacchione alla presenza del Vigile ecologico, brig. Pasqualino Savini, ha avuto un esito importante.

Dall’esame del materiale contenuto nei sacchi di plastica recuperati sono emersi chiari elementi per identificare gli autori dell’incivile gesto nei confronti dei quali il Comune ha già adottato i provvedimenti emettendo la prevista sanzione amministrativa. “Ci siamo impegnati subito ad evitare che i rifiuti giungessero al mare, recuperandoli grazie alla collaborazione di un volontario, nonostante era stata già contattata una ditta specializzata – ha detto l’assessore Valleriani – e ora stiamo iniziando a raccogliere i primi frutti del nostro lavoro. Quella sul torrente Cerrano non è la prima, né la sola operazione in programma, ma ce ne sono state altre che riguardano l’abbandono di rifiuti in alcune zone del nostro territorio e il controllo sul corretto conferimento dei rifiuti soldi urbani per i quali nei mesi scorsi abbiamo provveduto, tramite accertamenti ispettivi a identificare e sanzionare i responsabili. Proseguiremo – ha aggiunto l’assessore Valleriani – su questa strada sollecitando, come nel caso del Cerrano, le eventuali segnalazioni dei cittadini anche tramite App Junker di situazioni irregolari che, poi, verifico personalmente per assicurare un celere intervento”.