Pineto, erosione costa: “Ancora in attesa del consiglio comunale straordinario”

Pineto. Il gruppo consiliare Prima Pineto – composto da Simona Leonzio e Pasquale Brecciara – sbotta nell’attesa di un consiglio comunale straordinario che tarda ad essere convocato.

“Sono passati quasi cinque mesi e tutta l’emergenza del Covid-19, ma l’Amministrazione Comunale di Pineto tarda ancora a convocare un Consiglio straordinario per discutere dei problemi dell’erosione della costa a Pineto-nord, mentre nel frattempo molte attività turistiche sono state costrette a non riaprire questa estate. La nostra richiesta di convocazione di un consiglio comunale straordinario per discutere delle osservazioni da presentare al Progetto Ancora in relazione ai metodi che sono stati adottati per l’analisi del rischio e per l’individuazione delle aree omogenee per la zona di Pineto Nord giace ancora nel cassetto del Presidente del Consiglio Comunale. La seduta era stata richiesta il 27 febbraio 2020 per evitare che il progetto redatto dall’Università dell’Aquila non tenesse conto dell’aggravamento dell’erosione costiera negli ultimi tre anni, considerato che l’analisi è ferma ai dati del 2018, mentre da questo momento in avanti l’erosione è notevolmente peggiorata, come sotto gli occhi di tutti”, spiega la capogruppo in Consiglio Comunale di Prima Pineto, Simona Leonzio.

“Nonostante si fosse già tenuto, nel settembre del 2019, un precedente Consiglio Comunale Straordinario voluto dalle opposizioni per far smuovere dal proprio torpore l’amministrazione Verrocchio e per far posizionare le barriere frangiflutto per salvare Villa Ardente e le sue attività, ad oggi alcuna altra iniziativa è stata adottata dall’Amministrazione di centro-sinistra, e si corre il rischio che gli studi di cui questa amministrazione è così garante si rincorrano all’infinito senza giungere ad alcuna concreta soluzione. La nostra richiesta di un nuovo consiglio comunale sull’argomento nasceva proprio dalla necessità di aggiornare, mediante le osservazioni che il Comune di Pineto può presentare al progetto che sta nascendo sulla base di quanto redatto dall’Università, i dati sull’erosione, per modificare il Progetto Ancora in alcuni suoi elementi al fine di renderlo più aderente alla odierna realtà. Il nostro, quindi, è un appello urgente affinché il Sindaco Verrocchio ed il Presidente del Consiglio Comunale Cantoro decidano, urgentemente, di dar corso alla richiesta delle opposizioni”.

“È chiaro che se il Sindaco Verrocchio non adotterà nei confronti di un problema così grave per Pineto la stessa solerzia adottata per aumentare la tassa di soggiorno, ripristinare i parcheggi a pagamento e per assumere svariarti agenti estivi della Polizia Municipale, saremo costretti a rivolgerci al Prefetto per garantire l’esercizio dei nostri diritti. Pineto non può più attendere misure urgenti per sostenere la propria economia”, così concludono i Consiglieri Leonzio e Brecciara.