Covid 19, la Asl di Teramo: “Attenzione alta sulla costa”

La Asl di Teramo fa sapere che sono sotto controllo i due nuovi casi risultati positivi ieri al Covid-19, in provincia di Teramo.

L’Ucat (Unità di coordinamento per l’assistenza territoriale), in stretta collaborazione con il SISP (il Servizio di Igiene e Salute Pubblica) della ASL di Teramo, hanno provveduto al tracciamento dei contatti e stanno attivando, come sempre, tutte le misure di riduzione del rischio di contagio che hanno consentito alla provincia teramana di arginare la malattia da Sars-Cov-2.

L’Ucat, fortemente voluta dalla Regione Abruzzo e attivata per prima proprio nella ASL teramana, continua a fare un importantissimo lavoro proprio nella ricerca di nuovi casi di positività.

All’Ucat infatti, vengono segnalati non solo tutti coloro che rientrano dai paesi esteri considerati a rischio dal Ministero della Salute, ma anche le persone rientrate in Italia da altri paesi non a rischio che compilano l’autodichiarazione. Per tutti questi, è previsto l’isolamento fiduciario di 14 gg e l’esecuzione di un tampone che garantisca la loro negatività al Covid-19.

In particolare, la ASL di Teramo tiene alta l’attenzione su tutti i Comuni della costa abruzzese che, in questo periodo, restano comunque una delle mete più ambite del turismo in Italia.