Università di Teramo, trasporti: “gli studenti hanno bisogno di garanzie”

Teramo. Nelle scorse settimane, in vista dell’organizzazione della didattica relativa al prossimo anno accademico,  Prospettiva Studentesca, PuntoCom, Saturno – Progetto Bioscienze, Thesis e UDU Teramo, hanno raccolto i pareri della comunità studentesca, che ancora adesso sta vivendo un periodo insolito quanto difficile, in modo tale da offrire alla all’Università di Teramo un importante contributo che possa tenere conto delle esigenze di ciascuno studente. Dopo aver raccolto le esigenze della comunità studentesca, il confronto è passato con i docenti, con i presidi e con il Magnifico Rettore, riportando loro le opinioni degli studenti e chiedendo di tenerne conto.

“L’obiettivo è quello di raggiungere, insieme, un sistema che permetta l’assoluta accessibilità alla didattica per tutti gli studenti, venendo, quindi, incontro anche alle esigenze particolari di chi potrebbe essere impossibilitato a raggiungere l’Ateneo, garantendo così pari diritti e pari possibilità per ogni studente iscritto presso l’Università degli Studi di Teramo”, si legge in una nota.

“Una delle condizioni per il rientro, a nostro parere, è certamente quella legata ai trasporti: una questione spinosa, che sembrava essere già stata parzialmente risolta alcuni mesi fa, prima della pandemia, ma che oggi, in previsione della ripresa necessita di maggiore attenzione. Gli studenti hanno bisogno di maggiori garanzie sul tema trasporti, motivo per cui come rappresentanti della comunità studentesca ci mettiamo nuovamente a disposizione per aderire a dei tavoli di lavoro sul trasporto, urbano ed extraurbano, affinché il parere degli studenti, primi fruitori del servizio, sia preso costantemente in considerazione”.

“Ci siamo messi a disposizione della nostra Università, volendo essere di assoluto supporto ed aiuto, affinché, nella ripartenza, nessuno venga lasciato indietro. E sempre in un’ottica di ripartenza, siamo felici di apprendere dal Magnifico Rettore l’intenzione di organizzare una festa di proclamazione e consegna pergamene a settembre per tutti i neo dottori che si sono laureati durante il lockdown”.

“Siamo consapevoli che solo mantenendo questo dialogo continuo tra l’Ateneo e la comunità studentesca, la nostra Università possa continuare a fare le scelte giuste”, concludono i rappresentanti di Prospettiva studentesca, PuntoCom, Saturno Progetto Bioscienze, Thesis e UDU Teramo.

“Ringraziamo, ancora una volta, la nostra UniTe per il lavoro svolto in questi mesi, per averci ascoltato e per aver accolto molte delle nostre istanze, nella speranza che, con il nostro contributo, il bene degli studenti continui sempre ad essere messo al centro delle decisioni di Ateneo”